Premio Nobel per la Chimica 2013: i tre vincitori

L’albo d’oro e le statistiche

Il Premio Nobel per la chimica è stato previsto nel testamento di Alfred Nobel del 1895 ed è stato assegnato per la prima volta nel 1901 (come gli altri premi previsti da Nobel stesso). Il riconoscimento è assegnato dalla Accademia Reale Svedese delle Scienze.

I profili dei tre premiati: Martin Karplus, Michael Levitt e Arieh Warshel

 https://www.youtube.com/embed/csxKNLm2bhM/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

PREMIO NOBEL PER LA CHIMICA
La lista completa dei vincitori

1901 – 1909

  • 1901Jacobus Henricus van ’t Hoff (per la scoperta delle leggi della dinamica chimica e della pressione osmotica nelle soluzioni)
  • 1902Hermann Emil Fischer, (per gli studi nella sintesi di carboidrati e purine)
  • 1903Svante Arrhenius (per la sua teoria sulla dissociazione elettrolitica)
  • 1904William Ramsay (per la scoperta di alcuni gas nobili)
  • 1905Johann Friedrich Wilhelm Adolf Von Baeyer (per gli studi sulle sostanze coloranti e sui composti aromatici)
  • 1906Henri Moissan (in riconoscimento del grande servizio reso dagli studi e dalla scoperta del fluoro, e dall’impiego nella scienza del forno elettrico che da lui prende il nome)
  • 1907Eduard Buchner (per le sue ricerche nella biochimica e per la scoperta della fermentazione non cellulare)
  • 1908Ernest Rutherford (per i suoi studi sulla disintegrazione degli elementi e la scoperta dell’esistenza di sostanze radioattive)
  • 1909Wilhelm Ostwald (per i suoi studi sulla catalisi e per l’approfondimento dei principi fondamentali che governano l’equilibrio chimico e la velocità di reazione)

1910 – 1919

  • 1910Otto Wallach (in riconoscimento ai servizi resi allo studio della chimica organica e per il suo lavoro sui composti alifatici)
  • 1911Marie Curie (in riconoscimento all’apporto dato all’avanzamento delle ricerche nella chimica, per la scoperta degli elementi radio e polonio)
  • 1912Victor Grignard (per la scoperta del reagente chimico che da lui prende il nome, che ha permesso enormi progressi nel campo della ricerca chimica), Paul Sabatier (per il suo metodo di idrogenazione dei composti organici in presenza di metalli finemente suddivisi per mezzo del quale negli ultimi anni si è fortemente fatto avanzare il progresso della chimica organica)
  • 1913Alfred Werner (per il suo lavoro sul legame degli atomi nelle molecole per mezzo del quale ha gettato nuova luce sulle ricerche precedenti e aperto nuovi campi di ricerca specialmente in chimica inorganica)
  • 1914Theodore William Richards (per la determinazione dei pesi atomici)
  • 1915Richard Martin Willstatter (per gli studi sulla clorofilla e altri pigmenti vegetali)
  • 1916non è stato assegnato
  • 1917non è stato assegnato
  • 1918Fritz Haber (per il processo di sintesi dell’ammoniaca)
  • 1919non è stato assegnato

1920 – 1929

  • 1920Walther Nernst (per il riconoscimento dei suoi studi sulla termochimica)
  • 1921Frederick Soddy (per il suo contributo alla conoscenza delle sostanze radioattive, e per i suoi studi sulle origini e la natura degli isotopi)
  • 1922Francis William Aston (per la scoperta, grazie all’utilizzo della spettroscopia di massa da lui inventata, di isotopi di molti elementi non radioattivi)
  • 1923Fritz Pregl (per l’invenzione del metodo di microanalisi delle sostanze organiche)
  • 1924non è stato assegnato
  • 1925Richard Adolf Zsigmondy (per la dimostrazione della natura eterogenea delle soluzioni colloidi e per il metodo da lui inventato, fondamentale per il progresso della chimica dei colloidi)
  • 1926Theodor Svedberg (per il suo lavoro sui sistemi colloidali)
  • 1927Heinrich Otto Wieland (per i suoi studi sulla costituzione degli acidi biliari e le sostanze rilasciate)
  • 1928Adolf Otto Reinhold Windaus (per il servizio reso, attraverso le sue ricerche, alla comprensione della costituzione degli steroidi ed ai loro legami con le vitamine)
  • 1929Hans Karl August Simon Von Euler-Chelpin, Arthur Harden (per le loro ricerche sulla fermentazione dello zucchero e sugli enzimi fermentativi)

1930 – 1939

1940 – 1949

  • 1940non è stato assegnato
  • 1941non è stato assegnato
  • 1942non è stato assegnato
  • 1943George De Hevesy (per il suo lavoro sull’utilizzo degli isotopi come traccianti nello studio dei processi chimici)
  • 1944Otto Hahn (per la sua scoperta della fissione nucleare del Uranio)
  • 1945Artturi Ilmari Virtanen (per le sue scoperte ed invenzioni nell’agricoltura e nella chimica nutrizionale, in particolare per il suo metodo di conservazione del foraggio)
  • 1946John Howard Northrop, Wendell Meredith Stanley (per la preparazione di enzimi e virus sotto forma di cristallo), James Batcheller Sumner (per la scoperta che gli enzimi possono essere cristallizzati)
  • 1947Robert Robinson (per gli studi sulle produzioni di natura vegetale, specificamente per lo sviluppo della sintesi degli alcaloidi)
  • 1948Arne Wilhelm Kaurin Tiselius (per la sua ricerca sull’elettroforesi e le analisi di assorbimento, specificamente per le sue scoperte concernenti la complessa natura delle proteine contenute nei liquidi organici)
  • 1949William Francis Giauque (per il suo contributo nel campo della termodinamica chimica, specificamente sullo studio del comportamento delle sostanze a basse temperature)

1950 – 1959

1960 – 1969

  • 1960Willard Frank Libby (per il metodo di utilizzo del carbonio 14 per determinare l’età di appartenenza nell’archeologia, nella geologia, nella geofisica ed in altre branche della scienza)
  • 1961Melvin Calvin (per la sua ricerca sull’assimilazione del diossido di carbonio da parte delle piante)
  • 1962John Cowdery Kendrew, Max Ferdinand Perutz (per i loro studi sulla struttura delle proteine globulari)
  • 1963Giulio Natta (ITALIA), Karl Ziegler (per le loro scoperte nel campo della chimica e della tecnologia dei polimeri)
  • 1964Dorothy Crowfoot Hodgkin (per la sua determinazione, attraverso l’utilizzo dei raggi X, delle strutture di importanti sostanze biochimiche)
  • 1965Robert Burns Woodward (per i suoi notevoli successi nella sintesi organica)
  • 1966Robert S. Mulliken (per il suo fondamentale lavoro sull’attrazione chimica e sulla struttura elettronica delle molecole, attraverso lo studio dell’orbita molecolare)
  • 1967Manfred Eigen, Ronald George Wreyford Norrish, George Porter (per i loro studi sulle reazioni fotochimiche veloci, effettuati attraverso la creazione di uno stato di disequilibrio generato da piccoli impulsi di energia)
  • 1968Lars Onsager (per la scoperta delle reazioni oscillanti che da lui prendono nome, fondamentali per lo studio della termodinamica dei processi di non equilibrio)
  • 1969Derek Harold Richard Barton, Odd Hassel (per il loro contributo allo sviluppo del concetto di conformazione e l’applicazione nel campo della chimica)

1970 – 1979

  • 1970Luis F. Leloir (per la scoperta dei nucleotidi zuccherini ed il loro ruolo nella biosintesi dei carboidrati)
  • 1971Gerhard Herzberg (per il suo contributo alla conoscenza della struttura elettronica e la geometria delle molecole, specificamente per i radicali liberi)
  • 1972Christian B. Anfinsen (per il suo lavoro sulla ribonucleasi, specificamente per le interconnessioni esistenti tra la sequenza di aminoacidi e le conformazioni aventi attività biologiche), Stanford Moore, William H. Stein (per il loro contributo alla comprensione della connessione esistente tra una struttura chimica e l’attività catalitica della molecola ribonucleica)
  • 1973Ernst Otto Fischer, Geoffrey Wilkinson (per il loro lavoro pionieristico, effettuato indipendentemente l’uno dall’altro, nel campo della chimica metallorganica, sui composti a sandwich)
  • 1974Paul J. Flory (per i suoi fondamentali successi, teorici e sperimentali, nella chimica fisica delle macromolecole)
  • 1975John Warcup Cornforth (per il suo lavoro sulla stereochimica delle reazioni catalizzate da enzimi), Vladimir Prelog (per le sue ricerche sulla stereochimica delle molecole organiche e delle loro reazioni)
  • 1976William Lipscomb (per i suoi studi sulla struttura dei borani, chiarendone la natura dei legami chimici)
  • 1977Il’ja Romanovič Prigožin (per il suo contributo alla termodinamica di non equilibrio, specificamente per lo sviluppo della teoria dissipativa delle strutture)
  • 1978Peter D. Mitchell (per la sua formulazione della teoria chemiosmotica)
  • 1979Herbert C. Brown, Georg Wittig (per il loro sviluppo dell’uso di composti contenenti boro e fosforo, come importanti reagenti nella sintesi organica)

1980 – 1989

1990 – 1999

2000 – 2009

2010 – 2013

PREMIO NOBEL PER LA CHIMICA
I favoriti della vigilia (Reuters) che non hanno vinto

A. Paul Alivisatos,  Samsung Distinguished Professor of Nanoscience and Nanotechnology, and Professor of Chemistry and Materials Science and Engineering, and Director of Lawrence Berkeley National Laboratory, University of California, Berkeley, Berkeley, CA, USA
-and-
Chad A. Mirkin, George B. Rathmann Professor of Chemistry, Northwestern University, Evanston, IL, USA
-and-
Nadrian C. Seeman, Margaret and Herman Sokol Professor of Chemistry, New York University, New York, NY, USA
For contributions to DNA nanotechnology

=====

Bruce N. Ames, Senior Scientist and Professor Emeritus, Biochemistry and Molecular Biology, Children’s Hospital Oakland Research Institute, Oakland, CA and University of California, Berkeley, Berkeley, CA, USA
For the invention of the Ames test of mutagenicity

=====

M.G. Finn, Professor of Chemistry and Biochemistry, Georgia Institute of Technology, Atlanta, GA, USA
-and-
Valery V. Fokin, Associate Professor of Chemistry, The Scripps Research Institute, La Jolla, CA, USA
-and-
K. Barry Sharpless, W.M. Keck Professor of Chemistry, The Scripps Research Institute, La Jolla, CA, USA
For the development of modular click chemistry

LEGGI ANCHE:

Il Nobel per la Fisica 2013 a Englert e Higgs

Premio Nobel per la Medicina 2013, chi sono i tre vincitori

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter