Veleni del Pd su Renzi: dove sta la notizia?

Verso le primarie dell'8 dicembre

Scopriamo dal Corriere della Sera che il Partito Democratico è sempre stato un oasi felice, dove i veleni sono sempre passati in secondo piano, dove le coltellate non se le è mai tirate nessuno. Un posto fantastico, insomma, un partito che il leader di centrodestra Silvio Berlusconi se lo sogna di notte, lui che è abituato a confrontarsi con falchi e colombe dalla mattina alla sera. Di questo paradiso democratico ne parla il Corriere della Sera, in un pezzo dedicato a Matteo Renzi e alla sua scalata nel partito. Scrive Maria Teresa Meli: «Lo hanno accusato di tutto» riferendosi al primo cittadino di Firenze «Ovviamente. I bersaniani mandano anche sms a giornalisti amici e ai fedelissimi per invitarli a scavare nella vita del superfavorito alle primarie dell’otto dicembre. Roba che in un partito come il Pd, finora, non si era mai fatta». Sembra quasi che da quando il «povero» Renzi ha deciso di prendersi il partito, sono scattati i veleni. E le lotte al coltello di prima: già dimenticate? Se c’è un campionato in cui il Pd ha sempre vinto le elezioni è stato quello delle guerre intestine. Insomma dov’è la notizia dei veleni che impazzano tra i democratici? Diceva il Cancelliere Otto Von Bismarck: «Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia»… massina che si attaglia bene alle tante, troppe scorribande Pd 
 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta