L’ira dei lavoratori: "Stanno svendendo Telecom"

L’assemblea dell’ex monopolista

«La fusione per incorporazione, attraverso la holding di controllo Telco, di Telecom Italia nella spagnola Telefonica creerà un mostro da 100 miliardi di debiti, depauperando irrimediabilmente un asset strategico del Paese». Ne è convinto Michele Azzola, segretario nazionale della Slc Cgil, che in questo video dà conto dei timori e dell’ira dei lavoratori. Nonostante le rassicurazioni dell’amministratore delegato Marco Patuano sui posti di lavoro, i dipendenti dei call center e delle sedi di Siena, Rovigo, Ferrara e le sigle sindacali (Cgil, Cisl, Uil e Ugl) riuniti a protestare sotto la pioggia sono preoccupati che siano solo parole al vento. Se Telefonica sarà il nuovo dominus, è il ragionamento dei sindacati, Patuano non potrà garantire alcunché.