Un saluto a Philip Seymour Hoffman

Aveva 46 anni

Il Wall Street Journal ha dato la notizia, poi confermata dalla rete televisiva ABC: l’attore Philip Seymour Hoffman è stato trovato morto nel suo appartamento a di Manhattan.

Aveva 46 anni ed era stato Lester Bangs in Quasi famosi, Phil Parma in Magnolia, Il conte in I love radio rock, Truman Capote in A sangue freddo e decine di altre cose. L’ultima volta che l’abbiamo visto al cinema, almeno qui in Italia, era nel secondo capitolo di The Hunger Games, nel ruolo di Plutarch Heavensbee.

Stando alle prime testimonianze, sembra che Hoffman sia morto di overdose, fonti della polizia dicono che il corpo è stato trovato con un ago nel braccio.

L’attore aveva già avuto problemi legati all’abuso di droga. Nel 2006 aveva detto in un’intervista al programma televisivo 60 Minutes di CBS di essersi completamente disintossicato all’età di 22 anni.

Lo scorso maggio, però, aveva confermato al sito di gossip TMZ di aver passato 10 giorni in un centro di disintossicazione dopo aver ricominciato a fare uso di eroina.

Ci mancherà molto e se c’è un modo in cui vogliamo ricordarlo, è questo.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter