Un popolo di santi, politici e calciatori

Studio Globale

La fama può anche essere qualcosa di effimero, di passeggero, di difficilmente misurabile, ma una volta scelto il proprio posto nella storia non si scappa: lì si resta. Il progetto Pantheon, condotto dal gruppo Macro Connection del M.I.T. Media Group, che da una decina di giorni ha debuttato sul web con, per sua natura, una forma in continua evoluzione, cerca di dare un posto a tutte le personalità che sono passate attraverso le pagine della storia. Il succo è semplice: classificare i dati della produzione culturale dal 4000 a.C. al 2010, inserirli in un sistema di catalogazione e stabilire il livello di fama per ogni persona abbia trovato la fama negli ultimi seimila anni.  

Per essere inseriti occorre innanzitutto avere una pagina Wikipedia dedicata che sia stata tradotta in almeno venticinque lingue tra cui – va da sé – l’inglese. Poi i criteri di catalogazione si basano, in sostanza, sul numero di volte in cui la pagina Wiki è stata visualizzata, sottoposte a diverse variabili riduttive (tra cui le traduzioni) e accrescitive (tra cui le visualizzazioni in inglese, che aprono evidentemente lo spettro di globalità del personaggio) e altre di carattere sistematico quali la longevità, l’epoca storica e la globalità imposta (è naturale che la fama di un antico romano sia soggetta a limiti geografici e comunicativi, più di quella di un personaggio televisivo contemporaneo). Così è possibile compilare le liste di fama, navigabili attraverso varie chiavi di lettura: il paese di nascita, il paese di maggiore diffusione, la professione, la lingua parlata, le connessioni tra i personaggi che poi confluiscono in una macro-lista globale. 

Navigando Pantheon per professione scopriamo, ad esempio, che i personaggi più conosciuti in Brasile sono per la maggior parte calciatori, ma anche che in Bielorussia sono politici, che la professione che garantisce il massimo della fama a livello globale è il politico (22,30% della notorietà) ma anche che Jenna Jameson è l’attrice pornografica più conosciuta al mondo – e che la seconda è Silvia Saint, che tra l’altro porta non poca percentuale di fama alla Repubblica Ceca. 

Per quanto riguarda l’Italia, Pantheon ci dice che siamo soprattutto un popolo di figure religiose, di politici e di calciatori. Più del 50% dei personaggi inclusi nel database, infatti, appartengono a una di queste tre categorie. A seguire: scrittori, compositori e pittori.

I più famosi italiani in generale
1. Leonardo Da Vinci
2. Giulio Cesare
3. Archimede
4. Michelangelo
5. Augusto
6. Cristoforo Colombo
7. Dante Alighieri
8. Galilei Galilei
9. Virgilio
10. Nerone

Le più famose figure religiose italiane
1. Benedetto da Norcia
2. Papa Gregorio I
3. Anselmo d’Aosta
4. Papa Clemente I
5. Papa Silvestro I
6. Papa Gregorio VII
7. Papa Innocenzo III
8. Girolamo Savonarola
9. Papa Giulio II
10. Papa Urbano I

Le più famose figure politiche italiane
1. Giulio Cesare
2. Augusto
3. Nerone
4. Cicerone
5. Caligola
6. Marco Aurelio
7. Adriano
8. Marco Antonio
9. Benito Mussolini
10. Tiberio

I più famosi giocatori di calcio
1. Francesco Totti
2. Paolo Maldini
3. Roberto Baggio
4. Alessandro Del Piero
5. Fabio Cannavaro
6. Christian Vieri
7. Gianluigi Buffon
8. Filippo Inzaghi
9. Giuseppe Meazza
10. Franco Baresi

Gli italiani più famosi tra i nati negli ultimi 100 anni
1. Luciano Pavarotti
2. Umberto Eco
3. Enrico Fermi
4. Silvio Berlusconi
5. Federico Fellini
6. Monica Bellucci
7. Sophia Loren
8. Ennio Morricone
9. Francesco Totti
10. Juan Carlos I di Spagna (è nato a Roma)

I più famosi in tutto il mondo
1. Aristotele
2. Platone
3. Gesù Cristo
4. Socrate
5. Alessandro Magno
6. Leonardo Da Vinci
7. Confucio
8. Giulio Cesare
9. Omero
10. Pitagora