10 serie tv per l’estate

10 serie tv per l'estate

Gli appassionati seriali vivono una vita parallela rispetto alla gente comune. Con emozioni contrapposte. Se tutti, soprattutto in Italia, disdegnano il mese di settembre (il mese del rientro al lavoro dopo la pacchia estiva), loro no: loro lo venerano, a settembre ci sono tutti i grandi ritorni in TV. Allo stesso modo se la stragrande maggioranza ama l’estate, per gli addicted la stagione del solleone è noiosa: poca carne sul fuoco, poche serie nuove, ancor meno interessanti. Ma negli ultimi anni i palinsesti mondiali si sono organizzati per regalare qualche perla televisiva da trasmettere nei caldi giorni di luglio e agosto. Ecco dunque su cosa sintonizzarvi nei momenti di “crisi d’astinenza”.

The Leftovers
Prodotto da Damon Lindelof (non uno a caso, il co-creatore di LOST) e voluta da HBO: un’accoppiata che non può passare inosservata. Trama apocalittica e tanta suspense: la serie segue i tentativi di alcuni cittadini di una località americana di scoprire il segreto dietro la sparizione misteriosa del 2% della popolazione mondiale. Il rischio di uno scivolone è altissimo, ma sono proprio gli show estremi a poter diventare dei cult. Per il momento The Leftovers resta in bilico tra potenziale capolavoro e potenziale fesseria, ma nel dubbio vale la pena provare. (Dal 29 giugno su HBO)

Masters of Sex
La rivelazione dello scorso autunno, torna, a sorpresa, in estate con la seconda stagione. Un period drama ambientato negli anni Sessanta che ripercorre le tappe medico-scientifiche compiute da William Masters e Virginia Johnson, pionieri della ricerca sulla sessualità umana. Se per qualche inspiegabile ragione vi siete persi il primo capitolo, recuperate. (Dal 13 luglio su Showtime)

Legends
Un agente dell’FBI che lavora sotto copertura e che è un vero e proprio guru nel cambiare identità. Fino a quando questo vestire i panni di altri inizia ad ossessionarlo, spingendolo a non capire più chi sia per davvero. Una sorta di Bourne Identity versione seriale, con Sean Bean ( Il signore degli anelli, Troy, Il trono di spade) come protagonista. (Dal 20 agosto su TNT).

Outlanders
Diciamolo subito: è una serie targata Starz e per chi bazzica nell’ambiente sa che Starz è un’incognita. Non che non abbia mai prodotto show degni di nota (è suo Spartacus, giusto per fare un esempio), ma il canale ha questa vaga tendenza all’esagerazione (sangue che scorre a fiotti, scene di sesso gratuito, etc…), con risultati alle volte ridicoli (Da Vinci’s Demons vi dice niente?). Eppure Outlanders sulla carta si prospetta quantomeno interessante, ispirata alla saga letteraria di Diana Gabaldon: un viaggio nel tempo nella Scozia del 1743, tra amori e dolori. (Dal 9 agosto su Starz)

 https://www.youtube.com/embed/YnaqypyJDHs/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

True Blood
The end. Dopo 7 anni i succhiasangue di True Blood giungono al capolinea. HBO trasmetterà la settima e ultima stagione della serie ispirata al Ciclo di Sookie Stackhouse della scrittrice Charlaine Harris scrivendo la parola “fine” su una delle serie più ricche di significato e più apprezzate del panorama seriale vampiresco. (Dal 22 giugno su HBO)

The Last Ship
Prodotto da Micheal Bay (quello di Transformers), The Last ship è un drama apocalittico dove gli unici sopravvissuti sono un gruppo di militari a bordo di un cacciatorpediniere. Ehi, c’è Eric Dane, il compianto dottor Bollore di Grey’s Anatomy: non è già questa una valida ragione per vederla? (Dal 22 giugno su TNT)

 https://www.youtube.com/embed/2Vng00SYRL0/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Extant
Extant conquista subito per un nome: Halle Barry. Basta lei a convincere tutto il sesso forte e tutti gli appassionati di cinema a dare una chance a questa nuova creazione firmata Steven Spielberg. Dramma familiare e femminile che ruota intorno a un’astronauta che, di ritorno dallo spazio, scopre di essere incinta: un evento che non scombussolerà solo la sua vita personale bensì quella del genere umano. (Dal 9 luglio su CBS)

 https://www.youtube.com/embed/PcmB-BoY1j0/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Halt and Catch Fire
Iniziata il 1 giugno su AMC, Halt and Catch Fire ci riporta indietro nel tempo in uno dei momenti più rivoluzionari della storia recente, la nascita del personal computer negli anni Ottanta. Ad AMC va riconosciuto il merito di essere al passo con i tempi: l’episodio pilota infatti è stato trasmesso in anteprima su Tumblr, consentendo allo show di essere il primo di sempre a debuttare sui social network.

 https://www.youtube.com/embed/4NqNvBV8TCs/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Tyrant
Potere contro lealtà verso la famiglia. Culture che si scontrano. America e Medio Oriente. Tyrant è una serie dalle premesse complicate: racconta del ritorno in patria del figlio più giovane di un dittatore di una nazione dilaniata dalla guerra. Sviluppata da Howard Gordon e Gideon Raff (creatori di Homeland), si propone, come ha detto Gordon, il temerario obiettivo di “umanizzare e drammatizzare le facce di persone che stanno dietro ai titoli dei giornali che leggiamo ogni giorno». (Dal 24 giugno su FX)

Mystery Girls
Okay, cosa ci fa Mystery Girls in questa classifica? ABC Family riporta in auge due vecchie conoscenze di Beverly Hills 90210, Tory Spelling e Jennie Garth che, per volere di una fan del teendrama, si trovano ad indagare su un reato. Insomma: bastano due righe di trama per capire che il trash è assicurato. E che estate sarebbe senza una buona dose di trash? (Dal 25 giugno su ABC Family)

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta