Cari Vianello e Gubitosi, luisellizzate “Ballarò”

Cari Vianello e Gubitosi, luisellizzate “Ballarò”

Modesta proposta per Andrea Vianello, direttore di Raitre, alle prese con la successione più delicata della sua carriera, quella per cui bisogna trovare un erede a Giovanni Floris alla guida di Ballarò.

Circolano in queste ore molti nomi, alcuni dei quali validissimi, ma fra i tanti che ho sentito non viene mai fatto quello di una conduttrice che, fra l’altro, era già in forza alla terza rete. Visto che molti immaginano che fra me e lei esistano delle ruggini, o dei rancori, dopo la burrascosa convivenza di tre lunghi anni passati insieme su La7, nella sua traumatica interruzione, questo nome voglio farlo io: caro Vianello, caro Gubitosi, prendete Luisella Costamagna. Scegliete lei: è grintosa, rigorosa, ha un caratteraccio spigoloso e non addomesticabile da nessuno, ma è una delle conduttrici più esperte che esistano nel panorama italiano in questo momento.

Quando andò in onda con Robinson, Luisella, fra l’altro, era stata zavorrata dai tanti vincoli che la convivenza con Floris le imponevano. Sembrava quasi che non potesse parlare di politica, doveva stare sempre attenta a non turbare il suo più autorevole collega. Adesso invece, scatenata, liberata da ogni laccio, portata a duellare proprio con lui darebbe il meglio di sé.

Un altro consiglio: non abbigliatela con qualche straccetto da sera, non provate ad addomesticarla, non levigate la vocazione vagamente grillina che ha mostrato in questi ultimi tempi, tirate fuori quel look da maschiaccio che la caratterizza nella vita di ogni giorno, i suoi memorabili giubbotti di pelle da motociclista, i suoi stivali molto rock, mettetele intorno una squadra di autori pronti a ogni cosa e vedrete che picco di ascolti che farebbe. Luisellizzare Ballarò, credetemi, questa è la soluzione: Luisella è un’eroina dei due mondi, ha lavorato con Santoro e Costanzo, è una delle poche che può dire di aver lavorato sia a La7, che a Mediaset che alla Rai, ha un primo piano che sfonda lo schermo e un ghigno che fa sognare battaglie epiche al telespettatore. Prendete lei e invitare come primo ospite Mara Carfagna: sarebbe una puntata con più ascolto di Argentina-Germania.