Non avete ancora avuto successo? Non preoccupatevi

Non avete ancora avuto successo? Non preoccupatevi

Non vale per il genio, come è stato detto qui. Ma, si scopre, non vale nemmeno per il successo: non esiste una deadline per realizzare qualcosa di grande. No, non preoccupatevi se Zuckerberg aveva 19 anni quando ha imboccato la strada (rivelatasi giusta) di Facebook, o Bill Gates ne aveva 20 con la Microsoft. Certo, segni di una loro spiccata intelligenza erano evidenti fin da prima, ma poco importa. Si può arrivare fino ai 60 anni prima di sfondare. C’è chi lo ha fatto, può farlo chiunque. Non lo avete ancora fatto, forse lo farete. O forse no, ma forse non vi perdete così tanto.

Questa infografica (realizzata da Anna Vital per Funders and Founders) si basa sulle biografie dei 100 fondatori di grandi imprese che si trovan sulla lista di Forbes. Guardandola si fanno alcune scoperte interessanti. Prima di tutto, che l’età più comune per fondare un’impresa di successo è 35 anni. Escluse tutte quelle ereditate e quelle in cui il governo ha avuto un forte impatto (niente Fiat, niente Marchionne, per farsi capire).

Per vedere la versione ingrandita e interattiva, clicca qui.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta