Ecco chi ha vinto al National Book Award 2014

Ecco chi ha vinto al National Book Award 2014

Il National Book Award insegue l’ambizioso principio di celebrare e promuovere la narrativa americana di qualità. È stato itituito nel 1950 e si suddivide in quattro categorie: narrativa, saggistica, poesia e letteratura per ragazzi. Inoltre assegna la Medal for Distinguish Contribution to American Letters e il Literarian Award for Outstanding Service to the American Literary Community. I premi vengono assegnati da quattro differenti giurie composte ognuna da cinque giudici d’eccellenza.

Il National Book Award è generalmente considerato un gradino verso il Pulitzer sia per gli autori di fiction che per i saggisti e uno dei premi più influenti per la letteratura statunitense e, di conseguenza, per quella mondiale. Numeri alla mano, oggi circa il settanta percento dei libri pubblicati in Italia sono traduzioni dall’inglese, c’è quindi una più che solida probabilità che presto ci troveremo a cercare e leggere i vincitori di quest’anno, se non si trovano già tra i nostri scaffali. 

I premi dell’ultima edizione sono stati assegnati durante la cerimonia tenutasi il 19 novembre scorso, e li trovate di seguito.

*

FICTION

Redeployment, Philip Klay (Penguin)
Klay è un veterano di guerra, già ampiamente celebrato per i suoi racconti pubblicati su numerose riviste statunitensi. Redeployment è una raccolta di racconti, a metà tra la testimonianza e l’auto-fiction, ambientati tra le truppe al fronte e la sfida del ritorno in Patria. Sarà pubblicato in Italia da Einaudi, nel maggio del 2015.

NONFICTION

Age of Ambition: Chasing Fortune, Truth, and Faith in New China, Evan Osnos (Ferrar, Straus and Giroux)
Collaboratore fisso del New Yorker, Osnos racconta la Cina moderna, divisa tra la crescente ambizione individuale dei suoi abitanti e la tradizione comunista. In Italia è pubblicato da Mondadori. 

POESIA

Faithful and Virtuous Nights, Louise Glück (Ferrar, Straus and Giroux)
Glück è una poetessa laureata, già vincitrice del Pulitzer e del National Book Critics Circle Award.

LIBRI PER RAGAZZI

Brown Girl Dreaming, Jacqueline Woodson (Nancy Paulsen Books / Penguin)
Woodson è cresciuta tra New York e il South Carolina, racconta cosa significa essere una ragazzina di colore tra la fine degli anni Sessanta e i promi anni Settanta. Tra i resti della segregazione e il movimento per i diritti civili. 

*

I FINALISTI

FICTION

An Unnecessary WomanRabih Alameddine (Grove Press/ Grove/Atlantic) 
All the Light We Cannot SeeAnthony Doerr(Scribner/ Simon & Schuster) 
Station ElevenEmily St. John Mandel(Alfred A. Knopf/ Random House) 
LilaMarilynne Robinson (Farrar, Straus and Giroux) 
 

NONFICTION

Can’t We Talk About Something More Pleasant?Roz Chast(Bloomsbury) 

No Good Men Among the Living: America, the Taliban, and the War through Afghan EyesAnand Gopal (Metropolitan Books/ Henry Holt and Company)

Tennessee Williams: Mad Pilgrimage of the FleshJohn Lahr (W.W. Norton & Company)

The Meaning of Human ExistenceEdward O. Wilson(Liveright Publishing Corporation/ W.W. Norton & Company)

POESIA

Second ChildhoodFanny Howe (Graywolf Press) 

This BlueMaureen N. McLane (Farrar, Straus and Giroux) 

The Feel TrioFred Moten (Letter Machine Editions) 

Citizen: An American LyricClaudia Rankine (Graywolf Press) 

LIBRI PER RAGAZZI

ThreatenedEliot Schrefer (Scholastic Press) 

The Port Chicago 50: Disaster, Mutiny, and the Fight for Civil Rights, Steve Sheinkin (Roaring Brook Press/ Macmillan Publishers) 

NogginJohn Corey Whaley (Atheneum Books for Young Readers/ Simon & Schuster) 

Revolution: The Sixties Trilogy, Book TwoDeborah Wiles (Scholastic Press)