I ministri e gli artigiani nell’Emilia post terremoto

I ministri e gli artigiani nell’Emilia post terremoto

Un capannone come luogo simbolo nel quale riconoscersi. Oltre mille artigiani e imprenditori della Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa (Cna) si riuniranno a Mirandola (Modena), nel cuore dell’Emilia Romagna colpita dal terremoto. Il luogo dell’appuntamento annuale con l’assemblea della Cna è un capannone della PTL, uno stabilimento metalmeccanico ricostruito a tempo di record dopo il sisma. 

Quest’anno sono presenti anche il ministro per le Riforme costituzionali e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, il ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti, il ministro della Giustizia Andrea Orlando e il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti. Interverrà il neo-governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

«Abbiamo scelto un capannone come luogo simbolo nel quale riconoscersi», spiega Daniele Vaccarino, presidente Cna. «Gli artigiani e i piccoli imprenditori che in questi anni hanno combattuto la crisi continuano a lavorare con determinazione per produrre reddito, lavoro e ricchezza per il loro territorio e per l’Italia. I principali ostacoli da rimuovere al più presto per far ripartire la crescita li conosciamo bene: una burocrazia asfissiante, un credito oggi praticamente inesistente, una pressione fiscale da record mondiale. A Mirandola chiederemo al Governo e alla politica le risposte».

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta