Quanto costa imbarcare i passeggeri su un aereo

Quanto costa imbarcare i passeggeri su un aereo

Chi viaggia in aereo lo sa. Uno dei momenti più difficoltosi, e noiosi, è senza dubbio quello dell’imbarco. Innanzitutto c’è la lotta per raggiungere il proprio posto — che come capita spesso con la maggior parte delle compagnie aeree non è assegnato — e può essere oggetto di discussione con gli altri passeggeri. Senza considerare il tempo speso nell’attesa che qualcun altro sistemi il proprio bagaglio, prima di prendere posto.

Eppure la questione del tempo impiegato per l’imbarco non è solo un problema del passeggero. Anzi. Si può dire che interessi molto di più le compagnie aeree. Per il semplice fatto che, come mostra questo video di Vox, al tempo risparmiato nel processo di imbarco corrisponderebbe un riduzione notevole in termini di costi. Attualmente il metodo utilizzato dalla maggior parte delle società aeree americane — e cioè quello di imbarcare i passeggeri di prima classe nei primi posti e poi riempire il velivolo partendo dal fondo — sembra essere quello meno rapido. Secondo gli studi effettuati invece il modo più rapido sarebbe quello utlilizzato dalla compagnia Southwest Airlines (clicca qui per scoprirlo).

Il modo peggiore per imbarcare i passeggeri

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter