Come superare le feste senza ingrassare

Come superare le feste senza ingrassare

Per chi ha seguito una dieta tutto l’anno, l’arrivo delle feste del Natale non può che essere una minaccia. È il momento del dunque. Per cui, i consigli che leggerete sono preziosissimi. Ma prima di tutto, serve una premessa: basta. Non esistono trucchi, ricette magiche, rimedi miracolosi che vi impediranno di ingrassare, se vi scolate litri di champagne ed esagerate con il panettone. Per cui, sappiatelo fin da subito: le vacanze saranno un momento duro, durissimo. È una questione di forza di volontà. Non piangnucolate e affrontate la cosa da persone serie: a voi è concesso il minimo sindacale, il necessario per non sembrare asociali. Tutto il resto è veleno, peccato, orrore. Una volta che avete interiorizzato questo precetto, potete seguire questi consigli, che gennaio è lì, proprio dietro quell’ultima fetta di panettone.

Camminate, senza pensarci
Dopo il pranzo con i parenti, la tentazione è dormire (o, se vi va male, giocare a tombola). Sbagliato. Dato che tanto il pranzo sarà stato abbondante e avrete senza dubbio perso la vostra battaglia contro le tentazioni, allora vincete almeno quella contro la pigrizia. Alzatevi e camminate. Almeno una ventina di minuti. Uscite, affrontate il freddo e muovetevi. Brucerete qualcosa subito e metterete a tacere i sensi di colpa, oltre che respirare un po’. Se finite nella rete della tombola, non avete speranza.

Occhio agli zuccheri in agguato
Natale è il periodo dell’anno in cui gli zuccheri si moltiplicano in modo imprevedibile. Caramelle, canditi, dolcetti. Vade retro. Qui è il momento in cui si parrà la vostra nobilitate: calmatevi, scartate una massimo due caramelle, e poi fermatevi. Ricordatevi, come un mantra, che “non c’è beneficio nutritivo nel mangiare zuccheri”, che “lo zucchero fa male”, perché non vi toglie la fame e vi scombina i livelli di insulina. Poi non sentitevi in colpa.

Mangiate di più
Assurdo? Contraddittorio? No: à la guerre comment à la guerre, ogni strategia è buona. Per cui, se il pranzone di Natale vi spaventa e sapete già che non resisterete al bis o al tris delle lasagne, agite con furbizia e mangiate prima. Sì, avete capito bene: preparatevi un antipastino personale, nascosto, segreto, a base di verdura e frutta per riempirvi a sazietà. Assicuratevi di lasciare il giusto spazio per onorare il pranzo dei parenti, ma senza strafare.

Seguite ordine e disciplina
A tavola: prima le verdure, poi la carne. E infine, per quel poco che resta, i carboidrati. Costringetevi, seguite questo ordine con pazienza e volontà. Ce la farete ad arrivare alla fine delle Feste, coraggio.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter