Il tour guidato della Apple per il primo Macintosh

Il tour guidato della Apple per il primo Macintosh

Per gli appassionati, i nostalgici, gli antiquari, i cultori. Ma anche per chi abbia interesse ad approfondire un tema poco trattato: l’abitudine a particolari forme di utilizzo degli strumenti. Qulello che ora ci sembra normale e intuitivo non è sempre stato così. Ad esempio, l’uso del mouse, che ci appare quasi una parte connaturata al nostro corpo, è stato insegnato e appreso. “Se puoi usare la freccetta, allora puoi usare un Apple”, diceva una pubblicità di tanti anni fa, per reclamizzare il computer dal desktop innovativo.

Ora, visto che gli smartphone e i tablet sono così semplici che non vengono nemmeno fornite le istruzioni, si tende a pensare che sia sempre stato così. Non è vero. Come dimostra questo video interessantissimo del 1984, ci fu un tempo in cui concetti come “finestra” (perché ci sono finestre?), “mouse”, “Finder” (cos’è, dov’è, a cosa serve) erano cose da spiegare con molta pazienza. Negli anni ’80, quando si comprava un computer della Apple, le istruzioni spiegavano per filo e per segno cosa fare. Da vedere oggi, per capire come molte delle nostre conoscenze siano del tutto poco scontate. E forse anche riflettere, in generale, su come si sia arrivati fin qui, e se si sia sempre seguita la strada giusta, anche nel campo tecnologico. Per trovare il Finder. O per muovere il mouse.