La grande nevicata di New York non è stata grande

La grande nevicata di New York non è stata grande

Doveva essere “la grande tempesta”, il cataclisma temuto e annunciato dai climatologi. E invece no: è stata intensa, certo. Sono caduti 35 cm di neve. La circolazione nelle strade era stata sospesa, istituito un coprifuoco, bloccata la metropolitana, fermati i trasporti pubblici. Anche gli uffici e le scuole dovevano stare chiusi (tutto tranne la Borsa di Wall Street). Ma si è trattato di misure eccessive.

La circolazione ha ripreso dalle nove di stamattina, come il funzionamento dei trasporti pubblici. Lo ha annunciato fin dalle 7:30 del mattino il governatore Andrew Cuomo. Avranno il ritmo dei giorni festivi, anche se potrebbero esserci problemi nella zona di Long Island. Cuomo ha anche difeso la decisione di chiudere le strade e la metropolitana. Ora si potrà spazzare via la neve.

Anche il sindaco di New York Bill de Blasio ha ribadito che la scelta di istituire il divieto di circolazione sia stata “quella giusta”, anche se le previsioni non si sono rivelate esatte. “Abbiamo schivato un proiettile. Dobbiamo essere contenti che non è successo nulla e nessuno è rimasto colpito”.

E la città, al risveglio, si gode il paesaggio imbiancato, mentre si prepara (chi facendo jogging, chi spalando) a una giornata – imprevista – di lavoro.