Vignettisti per “Charlie”

Vignettisti per “Charlie”

Il 7 gennaio 2015, due uomini armati sono entrati nella redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo e hanno ucciso, tra giornalisti, disegnatori e poliziotti intervenuti sul posto, 12 persone e ferendone molte altre. Immediatamente dopo l’attentato, che è da subito sembrato di matrice islamica e collegato alle posizioni e provocatorie vignette del giornale, decine di disegnatori di tutto il mondo hanno preso in mano matita e colori e disegnato immagini a sostegno di Charlie Hebdo, del suo progetto e della sua redazione.

Ne abbiamo raccolte alcune tra le più belle, dal Cile all’Australia, dagli Stati Uniti all’Egitto. E anche alcuni nostri Italiani.

Lucille Clerc, illustratrice e grafica londinese

Jean Jullien, illustratore e grafico francese

Francisco J. Olea, illustratore cileno

David Pope, vignettista australiano

Dave Brown, vignettista dell’Independent

MacLeod, vignettista statunitense

Joep Bertrams, vignettista olandese

Ruben L. Oppenheimer, vignettista olandese

Vignetta del giornale egiziano Al Masry Al Youm, il testo dice «lunga vita alla satira»

Mauro Biani, vignettista italiano

Vauro, vignettista italiano

Gianluca Costantini, disegnatore italiano

Gipi, illustratore e fumettista italiano