Bellezze di guerra: quando le donne si dipingevano le calze

Bellezze di guerra: quando le donne si dipingevano le calze

Erano appena diventate di moda, e scomparvero subito dalla circolazione. Le donne (e anche gli uomini) si erano innamorati delle calze di nylon fin dal loro arrivo, ma nel 1941 la Gran Bretagna, per fronteggiare i costi della Seconda Guerra Mondiale, fu costretta a razionare la produzione. Le calze di nylon furono tra le prime cose che sparirono. Servivano risorse per equipaggiare le forze armate: i tessuti furono utilizzati per i paracaduti, le corde e le divise. Questione di priorità.

Ma questo non volle dire che le donne rinunciarono all’eleganza. Le calze non ci sono più? Le dipingiamo sulle gambe. Venne utilizzata una particolare vernice ricavata dal grasso da intingolo, che scuriva tutte le gambe. Poi veniva passata una pennellata dietro, per simulare la cucitura. E le calze erano pronte.