Contrordine, compagni: l’oroscopo dice la verità

Contrordine, compagni: l’oroscopo dice la verità

È il momento di abbandonare lo scientismo. La verità, come dicevano gli antichi, è nelle stelle. E adesso lo conferma anche la scienza. Questo studio, condotto da alcuni ricercatori dell’Uconn e che sarà pubblicato su Comprehensive Psychology, dimostra come, in realtà, a ogni segno astrologico corrispondono alcune caratteristiche particolari della personalità degli individui. Punto.

Secondo gli scienziati non si tratterebbe, però, dell’influsso delle costellazioni (che, ricordiamo, non esistono in natura) ma dell’influenza, più banale, delle stagioni. Il clima (caldo/freddo) e la luce condizionerebbero le personalità individuali: chi è nato tra gennaio e febbraio, ad esempio, sarebbe più creativo e al tempo stesso, anche con maggiori possibilità di essere schizofrenico rispetto a chi nasce in altri periodi dell’anno. Chi nasce in mesi con giorni dispari sarebbe più estroverso di chi è nato in mesi con giorni pari, e così via.

L’astrologia, continua la ricerca, non sarebbe stata altro che un modo di catalogare questi fenomeni, usando l’unico sistema noto per suddividere il tempo: le costellazioni. I segni “umidi” sono più creativi, quelli “fissi” più testardi.

Ma gli scienziati, ci si chiederà, dove mai hanno tratto queste conclusioni? Ad esempio analizzando 300 celebrità, del campo della politica, della scienza, della letteratura e dello sport. Risultato: le date di nascite tendono a concentrarsi in alcuni periodi particolari dell’anno, in corrispondenza con segni creativi. Sarà un caso?

Per verificarlo, la ricerca continua. Adesso si studieranno altre 85mila personalità, a partire dal 3.000 a. C. fino a oggi. Così, per rendere tutto ancora più scientifico.