Contare le pecore su Google, con Google Sheep View

Contare le pecore su Google, con Google Sheep View

Dopo i gattini, le pecore. La presenza degli animali in rete non finirà mai, anche adesso che è nato il tumblr GoogleSheepView, che colleziona tutte le immagini di pecore e greggi che si trovano su Google Street View. Innocue pecorelle che sono state fotografate mentre brucavano l’erba nei prati del mondo.

Si vedono le greggi inglesi, vicino al Lake District, o quelle olandesi, a Utdam. Ma se ne trovano anche in Nuova Zelanda, in Spagna, in Scozia.

Hobart, Tasmania, Australia

Ferrisburgh, Vermont, Usa

Langdale, Lake District, England

Ovunque, insomma, passi la Google Car a ritrarre le generazioni dei viventi, perché “tutte le cose sono in travaglio, e nessuno può spiegarne il motivo. Ma non si sazia l’occhio di guardare, né le orecchie di udire”, diceva l’Ecclesiaste. Solo perché non esisteva ancora la Rete, e non immaginava che non si sarebbe “nemmeno saziato di postare”. Anche se “tutto ciò che è stato sarà / e ciò che si è fatto si rifarà”, anche “se non c’è niente di nuovo sotto il Sole” e anche se non esiste nulla “di cui si possa dire: Questa è una novità”, be’, un tumblr dedicato alle pecore che si possono rintracciare su Google Street View non è proprio già visto.

Certo, forse era meglio che non si vedesse. Ma “ciò che è storto non si può raddrizzare”, si sa.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta