Da Londra a New York in un’ora? Si può fare!

Da Londra a New York in un’ora? Si può fare!

Un brevetto non è una promessa, è vero, ma quello che ha depositato da poco Airbus è il brevetto di un aereo che potrebbe cambiare radicalmente la vita di ogni viaggiatore e dell’intero trasporto aereo, o quanto meno quella parte del mondo dei viaggiatori che se lo potrà permettere. Sì, perché il modello presentato dai due inventori Marco Prampolini e Yohann Corabeuff è talmente innovativo e veloce da mandare in soffitta un Concorde a caso per manifesta inferiorità.

L’aereo in questione, che, sia chiaro, non esiste ancora se non nella testa dei due inventori, sarebbe infatti in grado di portarci da New York a Londra in circa un’ora (un’ora!), praticamente il tempo che ora ci richiede un viaggio in aereo tra Milano a Lione. Grazie a propulsori potentissimi, questo nuovo tipo di aereo può arrivare a velocità pari a 4 volte e mezza la velocità del suono e, sfruttando una prima fase del volo praticamente verticale, volerebbe poi in tutta tranquillità ad altezza siderali. Secondo le stime, un viaggio da Parigi a San Francisco o da Tokio a Los Angeles prenderebbe circa tre ore, il giro del mondo si farebbe comodamente in meno di sei ore. Che è come dire un Milano-Roma in macchina, senza traffico.

E qui un bel video esplicativo con tanto di ricostruzione dell’ipotesi di volo:

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta