Quanti anni vi restano da vivere (probabilmente)

Questo calcolatore prevede, sulla base dei dati, quanto ancora resta da vivere alle persone. Al netto di disgrazie, incidenti e malattie

Forse se ognuno sapesse quanto tempo gli rimane da passare su questa terra, si organizzerebbe meglio. Magari, se è poco, lavorerebbe meno e si concentrerebbe in cose che, secondo lui, sono più importanti, oppure si regola sul numero di libri da leggere, Paesi da visitare, concerti cui assistere. Scriverebbe il libro della vita, direbbe alle persone cui tiene cose degne di memoria. Per fortuna o purtroppo il giorno della dipartita, quella data dell’anno che ci tradirà (una su 365), non è nota (salvo casi straordinari, come le condanne).

Per chi fosse curioso, però, esiste un modo per fare un calcolo approssimativo sul tempo che gli rimane da vivere. Dipende da dove si vive, da come si vive, dalla categoria cui appartiene, dal sesso (se è donna, molto di più). La maggior parte dei dati, va detto, sono raccolti negli Stati Uniti, dove in media le donne hanno un’aspettativa di vita di 81 anni e 2 mesi, mentre gli uomini di 76 anni e cinque mesi. Si potrebbe fare un calcolo a partire da questi dati e sottrarre ognuno la propria età. Il risultato è l’aspettativa di vita.

Oppure, per avere una prospettiva più probabile, si può utilizzare questa infografica interattiva creata da Flowing Data (si trova qui).

Lungo la curva degli anni, che comincia a piegarsi intorno agli 80 per crollare superati i cento, come una sorta di flipper scivolano delle palline, che sono i punti entro cui si stabilisce la forchetta delle possibilità. Sotto, sono indicate le percentuali di probabilità relative alle porzioni di tempo che avanzano. Mancano 40 anni? 20 anni? 50? A seconda dell’età, dipende.

Sono dati approssimativi, indicazioni più o meno valide. Non si verrà a sapere, come diceva qualcuno di importante, né l’ora né il giorno. Ed è bene così.