Nell’era della total review, non mantenere vuol dire fallire

Quello che è bene sottolineare è che a una comunicazione eccellente deve necessariamente corrispondere a un’altrettanta eccellente attenzione al cliente: la digital reputation passa anche da qui

Comunicare sembra essere diventato il primo requisito per poter fare impresa, ma non è proprio così. Dovrei ammetterlo con fatica visto che è il mio lavoro, ma proprio per questo lo dico con piena consapevolezza.

O meglio: di quanto sia importante per le PMI italiane comunicare il proprio valore di marca abbiamo parlato in questo articolo, ma quello che è bene sottolineare è che a una comunicazione eccellente deve necessariamente corrispondere a un’altrettanta eccellente attenzione al cliente, come spiegano bene anche Umberto Macchi parlando di Digital Reputation e Stefano Besana illustrando la relazione azienda-cliente per favorire l’innovazione.

La comunicazione è qualcosa che trae contenuti da una situazione reale, li traduce con l’apporto della giusta strategia e creatività e li presenta al pubblico. È ovvio, ma ci sono tante realtà che non lo hanno capito e credono che l’utilizzo della comunicazione non necessiti del collegamento con altre componenti del fare impresa, prima fra tutte la soddisfazione del cliente.

Continua a leggere su Centodieci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta