Diversificare è meglio: il mercato italiano non è il più sicuro

In un'era di globalizzazione finanziaria resiste la paura in molti investitori nell'aprirsi ai mercati esteri, pensando sia più rischioso. Gli studi, però, dimostrano che diversificare è la strada migliore per diminuire i pericoli

Si chiama home country bias: è la tendenza degli investitori a muoversi soltanto nei mercati che conoscono, ovvero quelli nazionali. È un comportamente naturale e frequente, tipico di chi ha paura ad esporsi a mercati internazionali, ma in realtà è sempre più evidente come la strada giusta sia un’altra. Diversificare gli investimenti, infatti, aprendosi a opportunità da oltre confine, garantisce rendimenti migliori e, soprattutto, consente di non affidarsi interamente ad un unico sistema finanziario.

Continua a leggere su MoneyFarm

Leggi spesso Linkiesta?

X

Registrati alle nostre newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre notizie.

Iscriviti alla Newsletter