Che succede se arriva la stagflazione

Inflazione alta e crescita lenta: una prospettiva che è molto lontana, almeno nell’Eurozona. Quando tornerà l’inflazione, però, se i salari non dovessero aumentare di pari passo, è difficile pensare a una crescita robusta nei Paesi sviluppati

In alcuni Paesi, dove vi sono aspettative di inflazione in rialzo, congiuntamente ad una crescita economica assente, si inizia a parlare di stagflazione. Il termine fu coniato nel 1965 dal politico inglese Iain Macleod e indica una combinazione dei termini stagnazione e inflazione. Fa riferimento a una contingenza economica in cui l’inflazione è alta e la crescita economica lenta. Nell’Eurozona la prospettiva è ancora lontana, perché l’inflazione è attualmente pari allo 0,4 per cento. È però i caso di porsi qualche domanda. Quando l’inflazione salirà ci saranno da considerare importanti indicatori della crescita economica quali il Pil, i salari e la disoccupazione. Se i salari non dovessero aumentare di pari passo, è difficile pensare a una crescita robusta nei Paesi sviluppati.

Continua a leggere su MoneyFarm

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta