Camminiamo di più ed è tutto merito di Pokemon Go

Il gioco in realtà aumentata ha elevato di 1.437 passi al giorno il livello medio di attività fisica negli Stati Uniti in soli trenta giorni

Mike Coppola/Getty Images

Robert Butler, direttore del National Institute on Aging, disse: «Se l’attività fisica potesse essere acquistata in pillole, sarebbe senza dubbio il farmaco più prescritto ed efficace in assoluto». Eppure, nonostante numerose iniziative sanitarie pubbliche, meno di un quarto degli adulti negli Stati Uniti si esercitano per i 150 minuti minimi consigliati a settimana, mentre meno di un terzo dei bambini riesce a fare esercizio almeno un’ora al giorno.

Tutto questo è iniziato a cambiare con la divulgazione del Pokemon Go, un gioco in realtà aumentata per smartphone che vanta 25 milioni di giocatori attivi nei soli Stati Uniti.

Il gioco richiede ai partecipanti di muoversi per il mondo reale e premia la maggiore attività fisica. Secondo le ricerche di Eric Horvitz e colleghi della Microsoft Research di Redmond, Washington, il gioco sarebbe riuscito ad incoraggiare al movimento fisico uomini e donne di ogni età e peso corporeo, riuscendo laddove altre iniziative avevano fallito. I ricercatori hanno studiato i dati correlati ai 30.000 utenti di Microsoft Band, bracciali che monitorano l’attività fisica, in associazione ad un’analisi delle ricerche eseguite sul motore di ricerca della Microsoft, Bing, a tema Pokemon Go.

Il gioco sarebbe riuscito ad incoraggiare al movimento fisico uomini e donne di ogni età e peso corporeo, riuscendo laddove altre iniziative avevano fallito

Ne risulta che 1.420 persone tra i 30.000 utenti di Microsoft Band siano giocatori e da uno studio dei livelli di attività registrati prima e dopo l’iniziazione al gioco, sembra chiaro che i partecipanti possano contare su di un aumento medio di 1.437 passi al giorno. Il calcolo prende anche in considerazione eventuali altri fattori capaci di influenzare i livelli di attività, quali il bello o il brutto tempo.

I dati sono particolarmente incoraggianti a livello di sanità nazionale, in quanto l’attività fisica promuove una vita lunga e sana.

Si tratta ora di capire come mettere in pratica la lezione imparata da questo gioco. Qual è la chiave del successo del Pokemon Go? Se non è possibile realizzare la pillola della ginnastica di Butler non è detto che non si possa comunque trovare all’esercizio fisico una forma di marketing di successo.

Articolo tratto da Mit – Technology Review Italia

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta