Questo cibo non è vero cibo

Diventato un fenomeno virale, il video di Howard Lee e del suo cibo disegnato ci vuole far mettere in discussone la validità del mondo online

Un pomodoro che non è un pomodoro, un uovo che non è un uovo, e un hot dog che però non si puù mangiare. Non stiamo parlando di particoalri OGM ma di pietanze fatto con matite, pastelli e pittura acrilica. Cibo disegnato dunque, ma che all’apparenza non ha nessuna differenza con quello vero.

“The art of llusion”, così l’autore – Howard Lee – ha titolato questo genere di opere in cui presenta così perfettamente una reinterpretazione della realtà che ci costringe a mettere in discussione la validità del mondo online.

Questo video è stato caricato per la prima volta sul web nel gennaio 2015 e in pochssimo tempo ha avuto milioni e milioni di visualizzazioni in tutto il mondo, finché non è diventato un vero e proprio fenomeno virale. Impressionante, no?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta