I migliori fondi azionari italiani per rapporto qualità-prezzo

Il modo migliore per valutarli è guardare alla voce dei costi: quelli meno cari sono anche quelli che hanno maggiore probabilità di ottenere risultati migliori nel tempo

Nelle scorse settimane, avevamo parlato dell’importanza di agire da investitori informati segnalando tra le varie cose, quanto la componente dei costi sia in grado di incidere sui risultati dei nostri investimenti.
Ci teniamo a ribadire che i costi e lo stile di gestione sono due degli aspetti principali che gli investitori dovrebbero tenere in considerazione prima di intraprendere un investimento. Numerose ricerche dimostrano infatti che i fondi comuni meno costosi sono quelli che hanno maggiore probabilità di ottenere risultati migliori nel tempo.

Come possiamo valutare il rapporto qualità-prezzo di un fondo?

Per confrontare i fondi comuni d’investimento in base al rapporto qualità-prezzo, esiste uno strumento semplice e innovativo chiamato Angel Costi.
Grazie ad Angel Costi, l’investitore ha accesso in modo diretto ad una vastissima gamma di informazioni su tutti i fondi comuni d’investimento presenti sul mercato italiano.
I fondi sono raggruppati per categorie di appartenenza e disposti all’interno di una matrice a quattro quadranti:

Low-Cost: fondi con costi bassi e con una scarsa o nulla attività di gestione.

Star: fondi che presentano costi bassi e con un’intensa attività di gestione che ha l’obiettivo di distinguersi dalla concorrenza.

Premium: fondi che hanno costi elevati, ma allineati al servizio offerto, caratterizzati da un’intensa attività di gestione.

Bad: fondi potenzialmente falsi attivi, e cioè caratterizzati da costi elevati e sproporzionati al servizio offerto.

Fondi azionari italiani: i migliori e i peggiori

Dopo l’analisi dei i fondi “star” e “bad” all’interno della categoria degli obbligazionari a breve termine dell’area Euro, oggi passeremo in rassegna i fondi azionari che investono in titoli emessi da aziende italiane.

Continua a leggere su Risparmiamocelo!

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta