La rete offre grandi opportunità per imparare, non usiamo lo smartphone solo per selfie e giochetti

Internet ha indebolito la nostra privacy ma ha anche potenzialità che non sfruttiamo. Come il lifelong learning: sapere accessibile, gratuito e alla portata di tutti in un mondo del lavoro che richiede un continuo aggiornamento

Andrew Burton / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

Facciamo ancora fatica a comprendere quali siano davvero le opportunità offerte dal nuovo mondo digitale in cui siamo immersi. Anche i suoi rischi ci sono ancora pressoché ignoti, perché i tempi non sono ancora maturi per mostrarci le conseguenze dei nostri comportamenti, dei nostri errori, delle scelte fatte e delle strade intraprese, in rete e fuori. Certo, già oggi ce ne accorgiamo in tempo reale che la rete non è tutta rose e fiori; ad esempio quando il nostro navigatore ci porta in mezzo alla campagna e poi ci continua a ripetere compulsivamente “fare inversione, appena possibile”, in qualsiasi direzione proviamo ad andare. Ma non è sempre così semplice, purtroppo.

il Grande Fratello era tra di noi anche prima di internet e la rivoluzione digitale ha semplicemente portato tutto questo a un livello incommensurabilmente più alto, esponendoci tutti, in ogni momento della nostra esistenza.

In compenso le opportunità offerte dal web ripagano abbondantemente le delusioni. In rete c’è davvero tutto, nel bene e nel male. Ma soprattutto ci sono strumenti che rendono possibile molto di ciò che fino a pochissimi anni fa non potevamo nemmeno sognare.

La rete ci rende più liberi, anche se in molti sostengono il contrario. È vero, utilizzando il web lasciamo tracce di tutto ciò che facciamo, siamo facilmente controllabili, diventiamo libri aperti alla mercé di chiunque debba o voglia di leggerci dentro per spiarci, ma il Grande Fratello era tra di noi anche prima di internet e la rivoluzione digitale ha semplicemente portato tutto questo a un livello incommensurabilmente più alto, esponendoci tutti, in ogni momento della nostra esistenza.

Continua a leggere su Centodieci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta