Italia fuori dall’euro? Le possibilità sono basse, ma ci sono

Un argomento di attualità dopo la vittoria alle elezioni di forze politiche euroscettiche. E le possibilità di un'Italexit, secondo gli investitori, sono al momento le più alte dell'eurozona

È difficile capire se davvero ci sono possibilità che l’Italia esca dall’euro. La questione, però, rimane di attualità, soprattutto vista la vittoria di forze politiche anti-euro nell’ultima tornata elettorale. Al di là degli slogan politici, una risposta prova a darla Sentix Euro Breakup Index, un indicatore che basa le sue previsioni sull’opinione di investitori individuali e istituzionali.

Prima di analizzare i numeri va detto che, dall’inizio del 2018, l’euro si è mostrato più forte che mai da quando esiste l’indice Sentix. Le possibilità di una spaccatura dell’eurozona nel prossimo anno, secondo gli investitori istituzionali, è del 3.44%. Un valore che si riferisce all’intera area.

Al di là degli slogan politici, una risposta prova a darla Sentix Euro Breakup Index, un indicatore che basa le sue previsioni sull’opinione di investitori individuali e istituzionali

Le differenza tra i vari Paesi membri rimangono ampie. E al momento, secondo gli investitori, le probabilità di un’Italexit sono le più alte dell’eurozona.

Scopri perché su Risparmiacelo.it

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta