Le multe aumentano, ma la spesa per i lavori stradali scende. Così la legge viene aggirata

Grazie ai verbali i comuni nel 2017 hanno incassato 1,67 miliardi. La legge dice che una parte significativa di questi soldi va investita per la manutenzione e la sicurezza stradale. Eppure la spesa in questi campi è diminuita

Se dovessimo guardare all’attività dei vigili mentre fanno le multe, potremmo pensare di vivere in Svizzera. Attenti, disciplinati, inflessibili. E i verbali fioccano, anche se poi, per la verità, in molti casi, e specie nelle città del Mezzogiorno, non vengono pagati regolarmente.

Con questa frenetica attività fatta di sanzioni senza guardare in faccia a nessuno, un tempo le signore se le cavavano con un sorriso e con la classica frase «Ero scesa un attimo a prendere un pacchetto in un negozio…», i comuni, sempre a corto di quattrini, hanno trovato il loro bancomat ideale. Più o meno come la tassa sulla benzina da parte dello Stato.

Continua a leggere su Nonsprecare

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta