Lega, il riesame conferma la sentenza: “Vanno sequestrati i 49 milioni della truffa”

Esclusiva dell’“Espresso”: il tribunale di Genova conferma la decisione della Cassazione sulla truffa dei rimborsi elettorali del partito dal 2008 al 2010 per cui sono stati condannati in primo grado l’allora segretario Bossi e il tesoriere Belsito

Tutti i conti della Lega vanno sequestrati, fino a raggiungere la somma di 48,9 milioni di euro. È la decisione del tribunale del Riesame di Genova, che ha depositato la sentenza sul sequestro dei fondi del partito del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Accolte, quindi, le richieste della procura di Genova, che chiedeva il sequestro dei 49 milioni frutto della truffa ai danni dello Stato commessa tra il 2008 e il 2010. A dare la notizia è il sito del settimanale L’Espresso. «L’effetto concreto», spiega il giornale, «è che dopo questa decisione dei giudici del Riesame i conti correnti del partito potranno essere effettivamente sequestrati e le somme congelate. Perché la sentenza è subito esecutiva».

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta