Sfatiamo alcune fake news sulla previdenza integrativa

Le fake news vengono diffuse per far credere reali notizie in realtà false, creando confusione e disinformazione

Anche la previdenza integrativa deve fare i conti con le proprie fake news. Non sempre è facile riconoscerle, alcune sono palesemente false, altre invece sembrano reali, tanto da convincerci.

Parlando di previdenza integrativa, quante volte abbiamo sentito dire che i risparmi versati nel fondo non possono più essere toccati fino al pensionamento o che, una volta iniziato a versare una somma, non è più possibile modificarla e si è obbligati a contribuire “per sempre”?

Si tratta di notizie reali o sono delle fake news?

Continuiamo a leggere su propensione.it per smascherare, una volta per tutte, le fake news sulla previdenza integrativa.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta