Oltre il codice a barre: come funziona la tracciabilità dei prodotti al tempo della blockchain

Chiave per la competitività e la sicurezza dei prodotti, la tracciabilità è da tempo al centro dell’attenzione del sistema agroalimentare italiano. Ora, grazie alla blockchain si possono raggiungere livelli di efficienza ancora migliori: se ne parla in una conferenza dedicata

Photo by David Shares on Unsplash

La tracciabilità è da tempo al centro dell’attenzione del sistema agroalimentare italiano: rappresenta infatti uno strumento importante di competitività nel contesto internazionale in cui si trova ad operare, di valorizzazione delle produzioni italiane di qualità e di risposta alle crescenti richieste di sicurezza alimentare del consumatore.

Non a caso è un ambito in cui si stanno già sviluppando delle soluzioni basate sulla tecnologia blockchain e a cui è dedicato il progetto Blockchain Plaza, che, all’interno di TUTTOFOOD (la fiera internazionale del B2B dedicata al food & beverage che si terrà a Milano il prossimo maggio), vuole essere il punto di incontro e di confronto tra le imprese delle filiere agroalimentari per lo sviluppo della data economy italiana.

GS1 Italy, in particolare, sarà presente a due convegni per raccontare come l’uso degli standard GS1 abiliti l’interoperabilità globale nelle applicazioni della blockchain per la supply chain e nelle soluzioni di tracciabilità:

  • Il presidente Alberto Frausin ne parlerà nell’evento di apertura il 6 maggio alle 14:15 all’interno della tavola rotonda a commento dell’intervento del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, dal titolo “La blockchain per la tutela delle produzioni italiane di qualità”.
  • Andrea Ausili, innovation manager di GS1 Italy, ne discuterà l’8 maggio alle 10:15 nell’appuntamento di presentazione delle case history di alcune filiere alimentari pilota.

Continua a leggere su TendenzeOnline

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta