PensioniBuoni propositi 2020: concentriamoci sul nostro benessere psico-fisico-economico

“Buon inizio” e tempo di buoni propositi: ma quanti sanno realmente cosa ripromettersi per il proprio bene e quanti li mantengono per tutto l’anno?

Photo by Kelsey Chance on Unsplash

Come riportato sul quotidiano Repubblica ben il 93% delle persone pensa ai buoni propositi a Capodanno, momento in cui si apre un nuovo capitolo e si prende un impegno con se stessi per viverlo al meglio.

Ma solo uno su cinque li mantiene durante tutto l’anno e ben il 50% li abbandona già a febbraio.

La psicologa Jelena Kecmanovic corre in soccorso di quella che viene definita una vera e propria strage di buoni propositi con alcuni consigli. Tra questi, essere più indulgenti con se stessi anche nei fallimenti. Un altro consiglio veramente utile è quello di avere sempre ben chiaro il motivo per cui si prende un certo impegno. Spesso, infatti, il presupposto è quello sbagliato e non lo si fa realmente per se stessi.

D’altronde, capire ciò che ci fa bene non è così semplice e spesso non si sa nemmeno da che parte cominciare con la lista dei propri buoni propositi.

Forse, però, un punto di partenza utile per tutti è riflettere sui propri:

  • “devo iniziare a”
  • “devo smettere di”

Comun denominatore il proprio benessere psico-fisico ed economico.

Continuamo a leggere su propensione.it per scoprire tutti i consigli per i buoni propositi per il 2020

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta