Nuove RadiciQuando l’integrazione passa dal cibo: Matteo Matteini e il suo "Amore e Sapore"

Non l’ennesimo ristorante etnico, piuttosto un esperimento di cucina internazionale con cene a tema condite con danza, musica e attività culturali. Un’esperienza diversa dal solito, ad un prezzo accessibile

Nuove Radici

È una verità che riconosce chi viaggia, che scopre chi è curioso, che vive chi sperimenta. L’integrazione e l’inclusione passano per una padella, prima ancora attraverso uno sguardo. Matteo Matteini, manager di 54 anni, originario di Rimini, esperto di sviluppo ed economia sociale, è il fondatore di una serie di startup a impatto sociale come Amore & Sapore, attiva nella provincia di Milano. Un temporary restaurant dedicato alla cultura gastronomica collaborativa, grazie ad una rete attiva di cuochi non professionisti provenienti da diversi Paesi del globo.

Il concetto di raccontare un Paese partendo dai suoi piatti non è nuova…
«È vero. Alla base di Amore & Sapore c’è un’idea semplice, creare un lungo di incontro dedicato che da una parte metta a frutto una serie di capacità, in questo caso di talentuose donne originarie di Paesi extraeuropei. Non stiamo parlando dell’ennesimo ristorante etnico di Milano. Al centro c’è la volontà di aiutare le persone con background migratorio a sviluppare il proprio potenziale e stimolare la rigenerazione di comunità aperte, inclusive ed integrate.

Continua a leggere su Nuove Radici

Non l’ennesimo ristorante etnico, piuttosto un esperimento di cucina internazionale con cene a tema condite con danza, musica e attività culturali. Un’esperienza diversa dal solito, ad un prezzo accessibile