MoneyfarmEcco perché il coronavirus fa paura anche ai mercati

La portata di un evento simile è pericolosa non solo perché può crescere in maniera esponenziale, ma perché al momento è impossibile misurarne gli effetti. Come risponderà il mondo finanziario?

GREG BAKER / AFP

Una notizia come quella del COVID-19, altrimenti noto come coronavirus, è problematica non soltanto nel campo sanitario, ma anche per chi si occupa di finanza. Inevitabile l’impatto della veloce diffusione del virus sull’andamento dei titoli, tanto che l’evento è classificabile come un “cigno nero”, ovvero un evento la cui portata può crescere in maniera esponenziale, anche se le probabilità di conseguenze molto gravi sono basse. Rimangono però due fattori di rischio da non sottovalutare per i mercati finanziari: il primo è che il virus diventi una pandemia globale, il secondo è l’impatto che potrebbe avere sulla crescita delle aziende.

Continua a leggere su Moneyfarm

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta