La stima dell’Imperial College Possibili quasi sei milioni di contagi in Italia

Secondo il più importante centro di ricerca sulle epidemie, quasi il dieci per cento della popolazione italiana avrebbe preso il virus. Le misure prese dal governo avrebbero evitato decine di migliaia di morti

(Miguel MEDINA / AFP)

«In Italia, i nostri risultati suggeriscono che, al 28 marzo, sono stati infettati complessivamente 5,9 milioni di persone». La stima pubblicata dai ricercatori dell’Imperial College di Londra è destinata a far discutere. Secondo questi dati, sarebbe il 9,8% della popolazione italiana ad aver contratto il Covid-19, mentre le misure di contenimento avrebbero salvato oltre 38mila vite. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta