La grafica EurostatQuanti anni gli europei vivono sani prima di ammalarsi

Le donne maltesi e gli uomini svedesi sono i primi in classifica, mentre i lettoni, a prescindere dal genere, occupano l’ultimo posto. Gli italiani in media non hanno problemi di salute fino ai 66 anni

I maschi europei vivono in media 64,2 anni della loro vita senza ammalarsi. Le donne invece 63,7. Questa è la media europea, ma l’Eurostat ci mostra gli alti e i passi di questa classifica. Le donne maltesi hanno il numero più alto di anni di vita in buona salute (73,4 anni), seguite dalle svedesi (72 anni) e irlandesi,

Questi tre Paesi guidano anche la classifica degli uomini, ma in una posizione diversa: primi i maschi svedesi (73,7) poi gli abitanti di Malta (71,9) e Irlanda (68,4). La Lettonia invece è in fondo a entrambe le classifiche di anni di vita in buona salute per donne (53,7 anni) e uomini (51,0 anni). Eurostat però chiarisce che i valori estremi possono in parte essere spiegati dal modo in cui viene misurata la limitazione dell’attività nel paese, incidendo, in una certa misura, sui risultati.

E l’Italia? Si piazza al settimo posto per le donne (66,9) e sesto per gli uomini (66,8). Guardando bene il numero di anni di vita in buona salute alla nascita è più elevato per le donne che per gli uomini in 19 degli Stati membri dell’Unione. Ma in almeno cinque Stati membri dell’Unione il divario è stato di oltre 2 anni: Polonia (+3,8 anni), Bulgaria (+3,6 anni), Lituania (+2,8 anni), Lettonia (+2,7 anni) ed Estonia (+2,3 anni). All’estremità opposta della scala, in sette Stati membri dell’Ue il numero di anni di vita in buona salute per le donne era inferiore rispetto agli uomini. Le maggiori differenze sono state osservate nei Paesi Bassi (-3,9 anni), Danimarca (-3,4 anni) e Finlandia (- 3,1 anni).

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta