Nuova canzoneBob Dylan contiene moltitudini

Il grande cantautore americano pubblica un altro brano, I contain multitudes, simile per struttura musicale e testi a Murder Most Foul che poche settimane fa ha fatto molto parlare di sé

Bob Dylan l’ha rifatto. Dopo il brano di diciassette minuti Murder Most Foul sull’omicidio Kennedy e sullo stato dell’America, il cantautore del Minnesota ha pubblicato su YouTube e sulle piattaforme streaming “I Contain Multitudes”. La canzone è più corta della precedente ma non meno ambiziosa, con la chitarra anziché il pianoforte a fare da tappeto sonoro minimale.

I testi, come sempre, sono pieni di citazioni letterarie da Walt Whitman a Edgar Allan Poe, ma anche di riferimenti pop, da David Bowie a «I’m just like Anne Frank/ and Indiana Jones/ And them British bad boys the Rolling Stones».

Se due indizi fanno una prova, a questo punto è probabile che stia per arrivare un grande album.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta