La torre degli SciriIl monumento medievale di Perugia ristrutturato grazie ai fondi europei

Il progetto è stato selezionato per la campagna "L’Europa nella mia regione", una campagna digitale per dimostrare ai cittadini quanto l’Europa sia vicina a loro

Wikimedia commons

PlaYOURope è il format radiofonico che in 15 minuti racconta la politica di coesione dell’Unione europea e i suoi principali strumenti il Fondo Sociale Europeo e il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale attraverso le storie di chi, grazie a questi fondi, è riuscito ad esempio ad avviare una propria start-up ad alto contenuto di innovazione tecnologica, a rimuovere delle barriere architettoniche che impedivano la fruizione di spazi comuni o ancora a restituire alla cittadinanza beni dell’immenso patrimonio culturale a cui non si poteva più accedere. Il progetto è realizzato con il contributo di CesarAdisu e l’Officina

Europa, cittadini e istituzioni a volte lavorano insieme per riattivare il tessuto socio economico dei territori. È il caso del progetto della Torre degli Sciri, a Perugia, un monumento del XV secolo, l’unica torre rimasta intatta tra le decine di torri che caratterizzavano l’urbanistica della città di Perugia nel medioevo.

Grazie a un co-finanziamento Fesr (Fondi europei di sviluppo regionale) di 368.784 euro l’area è stata completamente ripopolata e si è riattivato anche il tessuto socio-economico intorno al complesso.

I lavoro di ristrutturazione sono iniziati nel 2011 e hanno portato al restauro completo della torre, al rifacimento della sottostante via dei priori e al recupero dell’ex Convento degli Sciri, dove sono stati ricavati 12 appartamenti per coppie giovani, per combattere lo spopolamento dell’area.

Il progetto è stato selezionato per la campagna “L’Europa nella mia regione”, una campagna digitale per dimostrare ai cittadini quanto l’Europa sia vicina a loro nei diversi territori europei.

Ascolta “Riqualificazione della Torre degli Sciri” su Spreaker.