Cucina con Gastronomika‘Panettone’ al limone con marmellata di albicocche e granella di nocciola

Anna Esposito di Praiano, paesino tra Amalfi e Positano, ha preso spunto da un dolce al limone della pasticceria Duomo d’Amalfi e ne ha fatta una versione casalinga, ideale per una colazione leggera prima del mare, ma perfetto anche come dessert

La Costiera amalfitana dei dolci. Delle delizie al limone, la melanzana al cioccolato e le sfogliatelle Santa Rosa. L’alta pasticceria di Pansa ad Amalfi, Sal De Riso a Minori e La Zagara a Positano. I grandi classici. Ma pure la tradizione e la creatività della cucina di casa che animano colazioni, pranzi e cene su tavole affacciate sul mare o nascoste nei vicoli colorati da fiori, orti e frutteti. Da qui vengono le materie prime per piatti che spesso, in queste zone, hanno un protagonista: il limone. L’ispirazione? Viene dal territorio, dalla tradizione familiare, ma anche dalle vetrine delle pasticcerie. Così Anna Esposito, 51 anni, di Praiano, grazioso paesino tra Amalfi e Positano, ha preso spunto da un dolce al limone della pasticceria Duomo d’Amalfi, per fissare la ricetta del suo panettone al limone con marmellata di albicocca e granella di nocciola. Via il burro, e dentro l’olio di semi di mais – più leggero – assicura Anna Esposito. All’impasto aggiunge anche lo yogurt per dare più morbidezza. Il risultato è un dolce ideale per una colazione leggera prima del mare, ma perfetto anche come dessert.

Ingredienti per 12 persone

6 uova

400 g di zucchero

400 g farina

125 g di fecola di patate

250 g di yogurt bianco

250 ml di olio di semi di mais

Una bustina di pane degli angeli

Una fialetta di aroma al limone

Una bustina di vanillina

Un limone spremuto

Marmellata di albicocche q.b.

100 g granella di nocciola

Procedimento

Sbattere le uova, poi una volta diventate spumose, aggiungere lo zucchero. Continuare a sbattere almeno per 10 minuti, finché il composto non diventa bianco. Aggiungere man mano gli altri ingredienti: prima l’olio, poi lo yogurt, la fialetta e il limone spremuto. Infine la farina, la bustina di pane degli angeli setacciati entrambi e la vanillina. Versare tutto in una teglia a forma di ciambella, infarinata e imburrata, poi mettere nel forno preriscaldato a 150/160 gradi e far cuocere mezzora. Per controllare la cottura inserire uno stuzzicadenti o un bastoncino, se rimane asciutto il dolce è pronto. Una volta sfornato il panettone, spalmare sopra la confettura e poi aggiungere la granella di nocciola.

 

 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta