Cucina con GastronomikaEbi kataifi

Non è una parolaccia in una lingua astrusa, ma un piatto di grande impatto gustativo e visivo, che saprà stupirvi sia per la semplicità della sua preparazione, sia per il suo sapore

Ogni giorno vi raccontiamo una nuova ricetta da provare, costruendo insieme le nostre cene e cercando di imparare di giorno in giorno una tecnica, un tipo di cottura, un taglio sempre nuovi. Non diventeremo chef, ma sicuramente avremo nel nostro quaderno qualche nuovo grande classico di famiglia, da condividere nei prossimi mesi nelle cene con gli amici. Prima di cominciare, un unico imperativo: lavatevi bene le mani.

Ingredienti per 3 persone

3 pz di gamberi argentino
150 g pasta kataifi
1 pz di alghe nori
Pizzico di erba cipollina
1 albume di uovo

Procedimento

Prendiamo i gamberoni e li avvolgiamo nell’alga, successivamente li passiamo nell’albume e poi nella pasta kataifi. Friggiamo per 4-5 minuti in olio di semi.
Serviamo con un pizzico di erba cipollina.

Tutti gli ingredienti li trovate nei negozi specializzati in alimenti cinesi. Oppure online, ovvio.

La ricetta è degli che Jiang e Kim del ristorante MU Fish di Nova Milanese, un luogo che racconta una storia di coraggio e abnegazione, che vi abbiamo raccontato qui.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta