Inseguendo il virusLockdown in tutta Italia, si decide il 15 novembre. E in Campania arrivano i Nas

Solo domenica prossima sarà possibile stabilire l’efficacia del nuovo meccanismo differenziato basato sui 21 parametri. Da domani Liguria, Toscana, Umbria, Basilicata e Abruzzo passeranno dalla zona gialla a quella arancione. Oggi il verdetto su Napoli

Emergenza Covid a Napoli - Alessandro Pone - Lapresse

Con i contagi che salgono e l’indice Rt in media sopra l’1,7, l’ipotesi del lockdown generalizzato che l’ultimo dpcm dovrebbe scongiurare adesso è di nuovo sul tavolo del governo. A Palazzo Chigi cresce la preoccupazione e si ragiona sulla necessità di misure ancora più severe – racconta il Corriere della sera – come la chiusura dei ristoranti il sabato e la domenica a pranzo e la sospensione di alcune attività commerciali, che hanno ottenuto deroghe nelle zone rosse.

Ma se alcuni ministri come Roberto Speranza e Dario Franceschini spingono per una stretta ulteriore, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte vuole procedere con cautela. «Non possiamo scardinare il meccanismo scientifico delle zone rosse, arancioni e gialle – è il suo ragionamento – . Dobbiamo aspettare gli effetti delle misure. Ci siamo dati un metodo scientifico e non possiamo metterlo in discussione sull’onda dell’emotività».

L’obiettivo del governo è arrivare almeno al 15 novembre. Solo domenica prossima sarà infatti possibile stabilire l’efficacia del nuovo meccanismo differenziato basato sui 21 parametri dell’Istituto superiore di sanità che divide l’Italia in fasce di rischio.

Se fra cinque giorni insomma la curva epidemiologica non avrà invertito la rotta, l’ipotesi più probabile è far entrare tutte le Regioni in «zona rossa». Così come chiedono da giorni i medici italiani.

Per farlo sarà necessario un nuovo dpcm che, se dovesse esserci un’accelerazione, potrebbe essere discusso con Regioni e Cts già il prossimo fine settimana.

Da domani, intanto, dopo la valutazione degli ultimi dati inviati, parte la stretta in altre cinque regioni. Liguria, Toscana, Umbria, Basilicata e Abruzzo passeranno dalla zona gialla a quella arancione.

Resta da sciogliere ancora l’enigma della Campania. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris dice che «solo la zona rossa» può salvare la regione dal virus. Per ricontrollare i dati e i bollettini trasmessi dalla Regione, il ministero della Salute ha inviato i carabinieri del Nas. Da ieri mattina i tecnici sono a Napoli per vedere le carte, in base alle quali si deciderà se far scattare la zona rossa o arancione. Oggi è attesa la decisione. Mentre altri approfondimenti sono in corso anche sul Veneto.