Bonus e micromisureCosa prevede la manovra economica per il 2021 approvata alla Camera

La legge di bilancio da 40 miliardi passa al Senato, che avrà tre giorni per il via libera definitivo. Tra le principali misure previste dal testo c’è la proroga del Superbonus 110% e la cassa integrazione per lavoratori autonomi

Roberto Monaldo / LaPresse

Via libera della Camera alla manovra per il 2021 da 40 miliardi. Dopo la fiducia sul provvedimento incassata dal governo il 23 dicembre scorso (con 314 voti a favore, 230 contrari e 2 astenuti) è arrivato l’ok di Montecitorio anche al voto finale sul provvedimento: 298 i sì, 125 i no, 8 gli astenuti (431 presenti e 423 votanti; soglia maggioranza a quota 212). Il testo ora passa blindato al Senato e il via libera definitivo è atteso per martedì, al massimo mercoledì 30, a poche ore dalla deadline del 31, pena l’esercizio provvisorio.

Il governo supera indenne il passaggio della legge di Bilancio nel pieno della seconda ondata dell’epidemia e mentre gli equilibri rischiano di andare in frantumi sul Recovery Plan. In poco più di 48 ore in commissione, i deputati hanno portato a casa 254 emendamenti, di cui oltre un terzo con micro-stanziamenti sotto i 5 milioni, e un pacchetto di nuovi aiuti a trasporto aereo e automotive da circa 1 miliardo complessivo, in gran parte grazie al fondo anti-Covid da 3,8 miliardi. A rimanere fuori al momento, tra le richieste ricorrenti, il settore del wedding e degli eventi e tutto lo sci, che dovrebbe essere in cima alla lista dei nuovi ristori.

Nel provvedimento sono numerose le disposizioni per la scuola con oltre 3,7 miliardi stanziati per questo settore, di cui 2,2 di spesa corrente e oltre 1,5 per investimenti. Dal nuovo concorso sul sostegno, ai finanziamenti per l’edilizia scolastica, alle ulteriori risorse per il digitale, al dimensionamento scolastico: sono diverse le novità apportate al testo a Montecitorio, con il via libera del Governo.

Si passa poi ai 5 miliardi per la Cassa integrazione, al miliardo per acquisto dei vaccini e l’assunzione di medici e infermieri per somministrarli, fino ai 40 milioni per i buoni spesa alle famiglie più in difficoltà e la proroga del Superbonus 110% a tutto il 2022. Nello specifico: è stato stanziato un fondo da 1 miliardo per il 2021 per l’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali di lavoratori autonomi e dai professionisti, a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare di fatturato e corrispettivi 2019. Cassa integrazione anche per le partite Iva iscritte alla gestione separata (Iscro) da un minimo di 250 euro a un massimo di 800 euro per 6 mesi per chi ha un reddito non superiore a 8.145 euro e ha subito perdite del 50% rispetto ai 3 anni precedenti.

C’è poi un bonus fino al 40% delle spese sostenute per acquistare un’automobile elettrica entro il 2021 per chi ha un Isee inferiore ai 30mila euro e a patto che il veicolo abbia un costo sotto i 30mila euro. Via libera all’applicazione dell’Iva agevolata al 10% per il delivery e il cibo d’asporto e arriva il ‘bonus idrico’ da 1.000 euro da utilizzare entro il 31 dicembre 2021 per le spese di sostituzione di sanitari, rubinetti e soffioni doccia. Per la misura è istituto un fondo con una dotazione di 20 milioni di euro per il 2021.

Nuovo rinvio invece dell’entrata in vigore della sugar tax: slitta dall’1 luglio 2021, data prevista dal testo iniziale della legge di bilancio, all’1 gennaio 2022. Sale da 7 a 10 giorni il congedo obbligatorio di paternità per la nascita dei figli nel 2021. Sono inoltre in arrivo 50 milioni per favorire il rientro al lavoro delle neo mamme e un assegno di 500 euro per madri sole con figli con disabiltà.

Stop alla prima rata dell’Imu 2021 per alberghi, agriturismi, stabilimenti balneari e termali e villaggi turistici. E sarà prolungato il credito d’imposta al 60% del canone di locazione degli immobili destinati alle imprese turistico ricettive fino al 30 aprile 2021.

Viene rifinanziato il fondo per le morosità incolpevoli con la destinazione di 50 milioni di euro per l’anno 2021. E un Fondo per il rimborso delle spese legali agli imputati assolti, con una dotazione di 5 milioni di euro dal 2021. La stretta sul tabacco si allarga alle sigarette elettroniche. Per le e-cig le aliquote sui liquidi da inalazione salgono al 15% dal primo gennaio 2021: al 20% nel 2022 e al 25% nel 2023 se con nicotina; al 10% nel 2021, 15% nel 2022 e 20% nel 2023 se senza nicotina.

Sale a 16mila euro il tetto per il bonus mobili, la detrazione al 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Mentre ci sarà un credito d’imposta fino al 40% delle spese sostenute dai cuochi professionisti di alberghi e ristoranti, da gennaio al 30 giugno 2021, per l’acquisto di macchinari e attrezzature professionali e per i corsi di aggiornamento.

Via libera anche al contributo a fondo perduto, per l’anno 2021, ai proprietari che riducono il canone di affitto di immobili situati nei comuni ad alta tensione abitativa e che siano abitazioni principali del locatario. Prorogate le tutele per i lavoratori cosiddetti “fragili”, ovvero immunodepressi, malati oncologici, disabili, fino alla fine di febbraio: l’assenza dal servizio è equiparata al ricovero ospedaliero.

Stanziati anche 2,6 milioni nel 2021 per l’incremento della produzione di cannabis per uso medico e 1,7 milioni per assicurarne la disponibilità sul territorio nazionale. C’è anche un fondo speciale di 160 milioni per lo sviluppo socioeconomico di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpite dal terremoto nel 2016. E saranno sospesi i termini per il pagamento delle cartelle esattoriali nei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2017

Stanziati 100 milioni di euro per il 2021 per interventi urgenti nelle zone colpite dagli alluvioni del 2019 e 2020. Mentre sono sospesi i versamenti delle imposte sul reddito, dell’Iva e dei contributi previdenziali, per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le associazioni e le società sportive professionistiche e dilettantistiche, fino al 28 febbraio 2021.

Stanziati 40 milioni di euro per la sanificazione delle strutture e la fornitura di mascherine per le residenze sanitarie per disabili, i centri diurni per anziani e per persone con disabilità e le Rsa.  È stato anche istituito il Fondo per il finanziamento dell’accoglienza di genitori detenuti con bambini al seguito in case famiglia e in case-alloggio per l’accoglienza residenziale dei nuclei mamma-bambino. E sono stanziati 20 milioni di euro per il potenziamento di progetti finalizzati alla valorizzazione del sistema di istruzione e formazione tecnica superiore, per migliorare l’occupabilità dei giovani diplomati

Passa anche il fondo di 10 milioni per il 2021 per compensare le perdite subite a causa del Covid dal settore vitivinicolo di qualità. E uno per il sostegno al settore dei festival, cori, bande e musica jazz, con una dotazione di 3 milioni per il 2021. Un sostegno arriva anche all’industria del tessile: con un contributo di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021-2023, a tutela della filiera e le attività di ricerca e sviluppo del settore.

L’Aula della Camera ha invece bocciato invece l’ordine del giorno alla manovra a firma Fabio Berardini (Misto) che chiedeva di prorogare al 30 aprile i contratti dei Navigator. I no, quasi all’unanimità, sono stati 469 mentre solo 16 i voti favorevoli. Il governo aveva dato parere contrario e proposto però una riformulazione che non è stata accolta dal deputato.

Liberi e Uguali  ha presentato un ordine del giorno alla manovra per introdurre la cosiddetta “patrimoniale” ma l’Aula della Camera con 462 voti contrari boccia ancora una volta la proposta (già presentata come emendamento alla manovra). La Lega si è invece dovuta difendere dall’ipotesi di modifica di Quota 100: «La notizia di oggi su cui combattiamo e combatteremo per il 2021 è il taglio delle pensioni. In un anno che si preannuncia di difficoltà economica, che il Governo pensi di allungare l’età pensionabile fino a 64 anni, quindi di rubare due anni di vita a chi è in difficoltà cancellando Quota Cento è una follia» ha detto il leader della Lega Matteo Salvini.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta PaperIl nuovo numero quintuplo de Linkiesta Paper – ordinalo qui

In edicola a Milano e a Roma dal 4 marzo, oppure ordinabile qui, il nuovo super numero de Linkiesta Paper questa volta è composto di cinque dorsi: Linkiesta, Europea, Greenkiesta, Gastronomika e Il lavoro che verrà.

Con un inserto speciale su Alexei Navalny, un graphic novel di Giovanni Nardone, l’anticipazione del nuovo libro di Guia Soncini “L’era della suscettibilità” e la recensione di Luca Bizzarri.

Linkiesta Paper, 32 pagine, è stato disegnato da Giovanni Cavalleri e Francesca Pignataro. Costa dieci euro, più quattro di spedizione.

Le spedizioni partiranno lunedì 1 marzo (e arriverrano entro due giorni, con corriere tracciato).

10 a copia