Cucina con GastronomikaTre ricette davvero facili da fare contemporaneamente

Come preparare tre ricette insieme e vivere felici per qualche giorno. Versione carnivora. Ne sono usciti un quasi ragù da usare per una pasta al forno, un pulled pork da mettere nel pane e uno pseudo pollo al curry con riso aromatizzato

Avere dei piatti pronti per i giorni che verranno mi rassicura.

Incastrare i procedimenti in modo da preparare tante ricette contemporaneamente mi dà un’enorme soddisfazione.

Condividiamo?

Ho tritato due cipolle rosse, ne ho messa un terzo a soffriggere con due cucchiai d’olio in una ampia padella.

Ho tritato una carota e un gambo di sedano, li ho uniti a un altro terzo di cipolla e ho messo a soffriggere con quattro cucchiai d’olio in un ampio tegame.

Ho infarinato un chilo di spalla di maiale, aromatizzandola con paprika, sale, pepe, zucchero di canna.

Ho infarinato quattro cosce disossate di pollo e le ho aromatizzate con abbondante curry in polvere, sale, pepe e poco peperoncino.

Ho messo nella slow cooker il terzo di cipolla avanzata, la polpa di maiale, ho coperto con 100ml di salsa barbecue e aggiunto 500 ml di birra scura. Ho acceso la slow cooker al minimo: tra 10/12 ore il pulled pork sarà pronto.

Nel frattempo la cipolla in padella era bella dorata, pronta per accogliere le cosce. 

A quel punto il soffritto misto era pronto e ho aggiunto la carne trita, mescolando bene.

Illustrazione di Oerre

Ho girato le cosce di pollo, così da farle dorare bene dall’altro lato.

Ho messo sul fuoco abbondante acqua aromatizzata con zenzero, un chiodo di garofano, due bacche di cardamomo schiacciate e sale. 

Al bollore ho aggiunto il riso basmati, che cuoce in 10 minuti.

Ho versato un mix di latte e panna sulle cosce di pollo e coperto, abbassando la fiamma al minimo.

A pochi minuti dalla cottura del riso ho aggiunto la salsa di pomodoro alla carne trita, ho aggiustato di sale e pepe e ho coperto, abbassando la fiamma al minimo.

Ho scolato il riso, e l’ho accompagnato con le cosce di pollo per il pranzo di oggi.

Nel frattempo, il ragù ha continuato la sua corsa, sarà pronto tra un paio d’ore abbondanti. Il pulled pork procede nella sua cottura, non ha più bisogno di me. 

Come dice il mio maestro chef: 45 minuti di paura (che poi, dai, è solo un bel balletto davanti ai fornelli e un po’ di pratica!) ma enorme vantaggio per i giorni a venire.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta PaperIl nuovo numero quintuplo de Linkiesta Paper – ordinalo qui

In edicola a Milano e a Roma dal 4 marzo, oppure ordinabile qui, il nuovo super numero de Linkiesta Paper questa volta è composto di cinque dorsi: Linkiesta, Europea, Greenkiesta, Gastronomika e Il lavoro che verrà.

Con un inserto speciale su Alexei Navalny, un graphic novel di Giovanni Nardone, l’anticipazione del nuovo libro di Guia Soncini “L’era della suscettibilità” e la recensione di Luca Bizzarri.

Linkiesta Paper, 32 pagine, è stato disegnato da Giovanni Cavalleri e Francesca Pignataro. Costa dieci euro, più quattro di spedizione.

Le spedizioni partiranno lunedì 1 marzo (e arriverrano entro due giorni, con corriere tracciato).

10 a copia