Giustizia federaleNegli Stati Uniti è stata eseguita la prima condanna a morte di una donna dal 1953

Si tratta della prima esecuzione di una detenuta in America da quasi settant’anni. Lisa Montgomery è stata uccisa con un’iniezione letale, era accusata di aver ucciso la 23enne Bobbie Jo Stinnett, asportando il bambino dal grembo della donna e tentando di farlo passare per suo il neonato

Unsplash

Negli Stati Uniti è stata eseguita la condanna a morte di Lisa Montgomery, 52 anni, dopo il via libera della Corte suprema. Si tratta della prima esecuzione federale di una detenuta negli Stati Uniti da quasi settant’anni. La donna è stata uccisa con iniezione letale in un’esecuzione federale. Lo comunica il Dipartimento di Giustizia americano. L’esecuzione era stata sospesa ieri per consentire una perizia psichiatrica sulla donna, ma questa notte è stata portata a termine al Federal Correctional Complex di Terre Haute, nell’Indiana.

Nel dicembre 2004 Montgomery uccise la 23enne Bobbie Jo Stinnett, asportando il bambino dal grembo della donna e poi tentando di far passare per suo il neonato. Montgomery, che non riusciva ad avere figli, aveva selezionato la sua vittima online e la scelta era caduta su Stinnett, un’allevatrice di cani. Si era recata a casa della 23enne con la scusa di acquistare un cucciolo e poi l’aveva strangolata a morte aprendole il ventre per estrarre il feto di otto mesi. La piccola è sopravvissuta alla tragedia. Si chiama Victoria e oggi è adolescente e vive con il padre.

Gli avvocati di Montgomery avevano affermato che l’abuso sessuale subito durante l’infanzia avrebbe portato a «danni cerebrali e gravi malattie mentali» per la donna. Il patrigno aveva negato di averla abusata sessualmente, dicendo anche di non avere buona memoria, quando gli è stata presentata una propria dichiarazione in cui aveva ammesso abusi fisici.

Lo scorso luglio il presidente Donald Trump aveva deciso di ricominciare ad eseguire condanne a morte federali dopo 17 anni di sospensione e da allora ne sono state eseguite 10 – mentre il presidente eletto degli Stati Uniti, Joe Biden, è un oppositore della condanna a morte. Con Montgomery, le esecuzioni federali sono arrivate a 11. L’ultima donna a essere giustiziata dal governo federale è stata Bonnie Brown, ne dicembre del 1953: rapimento e omicidio di un bambino di 6 anni nel Missouri. L’ultima esecuzione di una donna a livello statale è stata quella di Kelly Gissendaner, nel 2015. Condannata per omicidio nel 1997, uccise il marito con la complicità del suo amante. Negli Stati Uniti le condanne a morte possono essere infatti decise ed eseguite sia a livello statale che a livello federale.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

K - Linkiesta FictionOrdina qui il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta

Ci siamo: il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta curata da Nadia Terranova, è in stampa e sarà in distribuzione da lunedì 17 maggio nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco), oltre che direttamente qui sul sito de Linkiesta.

Il tema del secondo numero di K è la Memoria.

Gli autori che hanno partecipato a questo numero con un racconto originale scritto appositamente per K sono:
Viola Ardone, Stefania Auci, Silvia Avallone, Annalena Benini, Giulia Caminito, Donatella Di Pietrantonio, Davide Enia, Lisa Ginzburg, Wlodek Goldkorn, Loredana Lipperini, Pasquale Panella, Francesco Piccolo, Alberto Schiavone, Simonetta Sciandivasci, Andrea Tarabbia, Alessandro Zaccuri.

C’è anche l’anteprima dei romanzi di Karl Ove Knausgård e di Ali Smith, entrambi in uscita in Italia nei prossimi mesi.
Il volume ospita anche tre mini racconti di Stefania Auci, Rosella Postorino e Nadia Terranova.

Preordina K – Memoria sul sito de Linkiesta a 20 euro più 5 di spese postali. Il volume sarà spedito dal 17 maggio e arriverà in due giorni in tutta Italia. Oppure compralo a 20 euro nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco).

Per acquistare più copie di K, scrivere qui.

20 a copia