Attacco al convoglio OnuL’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio è stato ucciso in un agguato

La Farnesina conferma la morte del diplomatico e di un militare dell’Arma dei Carabinieri, Vittorio Iacovacci. L’aggressione sarebbe avvenuta intorno alle 10.15 vicino alla città di Kanyamahoro, nell’Est del Paese

Foto della Farnesina

L’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio e un militare dell’Arma dei Carabinieri, Vittorio Iacovacci, sono stati uccisi in un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite. Secondo l’agenzia Reuters l’attacco è avvenuto intorno alle 10.15 vicino alla città di Kanyamahoro, nell’Est del Paese. Almeno un’altra persona ha perso la vita nell’aggressione: si tratterebbe dell’autista del convoglio sul quale viaggiava Attanasio. L’ambasciatore Attanasio era stato trasferito d’urgenza in ospedale, a Goma.

«È con profondo dolore che la Farnesina conferma il decesso, oggi a Goma, dell’Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio e di un militare dell’Arma dei Carabinieri. L’ambasciatore ed il militare stavano viaggiando a bordo di una autovettura in un convoglio della Monusco, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo», spiega la Farnesina in una nota ufficiale, che segue con massima attenzione gli sviluppi in relazione al possibile coinvolgimento di altri connazionali.

L’agguato era parte di un tentativo di rapimento del personale delle Nazioni Unite: la vettura su cui viaggiava Attanasio infatti faceva padre di un convoglio della Monusco che comprendeva anche il Capo Delegazione dell’Unione europea e al momento dell’attacco viaggiava all’interno del Parco nazionale di Virunga.

«Molti gruppi armati operano all’interno e intorno al Parco di Virunga, che si trova al confine orientale del Congo, vicino il Ruanda e l’Uganda», scrive Reuters.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta PaperIl nuovo numero quintuplo de Linkiesta Paper – ordinalo qui

In edicola a Milano e a Roma dal 4 marzo, oppure ordinabile qui, il nuovo super numero de Linkiesta Paper questa volta è composto di cinque dorsi: Linkiesta, Europea, Greenkiesta, Gastronomika e Il lavoro che verrà.

Con un inserto speciale su Alexei Navalny, un graphic novel di Giovanni Nardone, l’anticipazione del nuovo libro di Guia Soncini “L’era della suscettibilità” e la recensione di Luca Bizzarri.

Linkiesta Paper, 32 pagine, è stato disegnato da Giovanni Cavalleri e Francesca Pignataro. Costa dieci euro, più quattro di spedizione.

Le spedizioni partiranno lunedì 1 marzo (e arriverrano entro due giorni, con corriere tracciato).

10 a copia