Cucina di mestiereL’anima e il progetto di 28 Posti

Mentre insperate riaperture si fanno più vicine, abbiamo chiesto a Marco Ambrosino, chef di uno dei ristoranti milanesi più noti per la qualità di prodotti e progetti e l'originalità delle proposte, come lui e la sua brigata hanno vissuto gli ultimi mesi, tra delivery e instabilità, senza smettere di cercare nuovi orizzonti

È in continua crescita il progetto fondato dallo Chef Marco Ambrosino del ristorante milanese 28 posti, bomboniera sui Navigli. Lo chef con questo gruppo si propone di raccontare la multiculturalità del Mediterraneo, la biodiversità e le esperienze di donne e uomini che ne hanno costruito la storia. Settimana dopo settimana sempre più Chef aderiscono all’iniziativa di cui condividono il Manifesto. Collettivo Mediterraneo promuove la salvaguardia dei mari e del suolo, della pesca etica, dei produttori, degli allevamenti e dell’agricoltura sostenibile. Per aderire e contribuire alla tutela del bacino del Mediterraneo e della sua storia è sufficiente iscriversi tramite il sito web

«In questo periodo storico la questione mediterranea è centrale e prenderne parte, raccontarla, tradurla nei linguaggi contemporanei è una scelta di parte. Il racconto degli “altri” mette noi stessi nella condizione di essere altri».

Marco Ambrosino

Fondatore del collettivo mediterraneo

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

K - Linkiesta FictionPreordina qui il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta

Ci siamo: il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta curata da Nadia Terranova, è in stampa e sarà in distribuzione dal 15 maggio nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco), oltre che direttamente qui sul sito de Linkiesta.

Il tema del secondo numero di K è la Memoria.

Gli autori che hanno partecipato a questo numero con un racconto originale scritto appositamente per K sono:
Viola Ardone, Stefania Auci, Silvia Avallone, Annalena Benini, Giulia Caminito, Donatella Di Pietrantonio, Davide Enia, Lisa Ginzburg, Wlodek Goldkorn, Loredana Lipperini, Pasquale Panella, Francesco Piccolo, Alberto Schiavone, Simonetta Sciandivasci, Andrea Tarabbia, Alessandro Zaccuri.

C’è anche l’anteprima dei romanzi di Karl Ove Knausgård e di Ali Smith, entrambi in uscita in Italia nei prossimi mesi.
Il volume ospita anche tre mini racconti di Stefania Auci, Rosella Postorino e Nadia Terranova.

Preordina K – Memoria sul sito de Linkiesta a 20 euro più 5 di spese postali. Il volume sarà spedito dal 17 maggio e arriverà in due giorni in tutta Italia. Oppure compralo a 20 euro nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco).

Per acquistare più copie di K, scrivere qui.

20 a copia