Secondo emendamentoPer la Corte Suprema anche i newyorchesi hanno il diritto di portare armi da fuoco in pubblico

I giudici hanno stabilito a maggioranza che qualunque cittadino statunitense può girare fuori di casa con una pistola o fucile senza dover dare alcuna motivazione, rendendo così incostituzionale la legge dello Stato di New York che poneva severe restrizioni sulle licenze

Unsplash

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che è un diritto fondamentale dei cittadini americani portare armi da fuoco nei luoghi pubblici, annullando così una legge dello Stato di New York che imponeva ai cittadini di dimostrare uno speciale bisogno di protezione per portare pistole e fucili fuori dalla propria abitazione. Per la Corte il provvedimento è incostituzionale perché viola il secondo emendamento.

Con questa sentenza per la prima volta la Corte Suprema si esprime su come il diritto si applica alle armi da fuoco nei luoghi pubblici. E la decisione, come spiega anche il New York Times, ha implicazioni di vasta portata, «in particolare nelle città che avevano cercato di affrontare i crimini con armi da fuoco ponendo restrizioni su chi può trasportarli». La decisione arriva tra l’altro a seguito di una serie di sparatorie di massa che ha riacceso il dibattito sul controllo delle armi.