HashtagIo sono Gioconda

L’incidente accaduto al Louvre ci ha fatto tornare in mente che la storia delle torte in faccia è lunga e avvincente. Dagli antichi romani a Pippo Baudo, breve storia dello smash più dolce che ci sia

Pianeta Il 30 maggio 2022, al grido di “Salviamo il pianeta”, un uomo ha lanciato una torta contro il vetro blindato che protegge la Gioconda. L’artista americano Tony Rubino lo aveva già previsto nel 2021, dipingendo Pie In The Face Mona Lisa, omaggio all’opera più celebre di Leonardo da Vinci

Arte «Il lancio della torta è una specie di arte perduta, e anche se può essere un umorismo piuttosto rozzo, c’è qualcosa di intrinsecamente divertente nel tirare una torta in faccia a qualcuno, nelle giuste condizioni». Johnny Carson, per trent’anni conduttore del popolare The Tonight Show in onda sull’emittente statunitense Nbc

Meringa Nella sua breve vita, Mabel Normand, la più grande attrice comica del cinema muto, ha collezionato diversi record: è stata la prima a dirigere sé stessa in un film, la prima a comparire nei titoli di testa (alquanto inusuale per una donna ai primi del Novecento) e a fondare un proprio studio, la Mabel Normand Feature Film Company nel 1916. Ma soprattutto è stata la prima a capire che per far ridere il pubblico bastava lanciare una torta in faccia a qualcuno. Avvenne per caso: durante una scena l’attore Ben Turpin avrebbe dovuto ridere ma quel giorno non gli riusciva. Per provocarlo Normand gli tirò la prima cosa che le venne a tiro, una meringa piena di panna. La scena fu esilarante: era nato un nuovo filone cinematografico. Secondo un’altra ricostruzione fu invece Turpin a ricevere per primo una torta in faccia nel film “Mister Flip” prodotto del 1909

Panna L’ideale è il classico pan di Spagna ricoperto da tantissima panna. Alternative economiche: riempire un piatto di carta con della schiuma da barba

Grassi
Per poter essere montata deve contenere circa il 35% di grassi; sotto il 30% diventa molto difficile ottenere la giusta consistenza

Cioccolato In base al copione la torta cambia: se è destinata a un uomo in abito scuro sarà farcita con una crema a base di farina e acqua, mentre se il personaggio da colpire è biondo o indossa un abito chiaro viene aggiunto del cioccolato

Slapstick Espressione inglese che si riferisce alla comicità basata su gag a torte in faccia, abbreviazione di slapstick comedy. Stan Laurel, Oliver Hardy, Buster Keaton, Charlie Chaplin e i fratelli Marx ne hanno fatto una costante del loro repertorio. Letteralmente, slap stick significa “bastone per colpire” e indica un attrezzo di scena usato nella commedia all’italiana per creare situazioni esilaranti

Suocera Negli anni d’oro della slapstick comedy le torte in faccia sono un escamotage così comune che il regista Mack Sennet arriva a codificare una sorta di netiquette: pare che si potessero colpire le suocere mentre non era consentito farlo con le madri

3 mila Nel volume “Quando i comici facevano touchdown. Dai Fratelli Marx ai Blues Brothers, l’esilarante epopea dei team comici d’America” Lawrence J. Epstein scrive che nella celeberrima sequenza de “La battaglia del secolo”, Stanlio e Ollio tentano di superare il record di torte in faccia detenuto da Sennet. «La scena comincia in modo sommesso con il fattorino di una pasticceria che uscendo dal negozio, scivola su una buccia di banana messa lì da Ollio perché Stanlio ci scivoli e riscuota l’assicurazione. Il fattorino vede Ollio con una banana in mano. Va da sé che si imponga una vendetta. L’uomo adopera l’unica arma a sua disposizione e la tira a Ollio. Ollio, a cui l’onore impone la replica, tira a sua volta una torta ma lo manca. La torta vagante colpisce invece il posteriore di un passante. Di lì a poco tutti i presenti vengono coinvolti e cominciano a tira torte in giro. Terminata la battaglia erano state tirate più di 3 mila torte»

Dollari Il record del combattimento più costoso della storia del cinema – 200 mila dollari e cinque giorni di riprese – è della commedia The Great Race (1965)

Kubrick Anche il film “Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba” diretto da Stanley Kubrick avrebbe dovuto concludersi con una battaglia simile ma la scena fu eliminata in fase di montaggio perché considerata troppo farsesca anche considerando il momento storico che stava attraversando l’America, reduce dell’omicidio di Kennedy. Le immagini tagliate sono state pubblicate qui

Famosi Il 4 febbraio 1998 a Bruxelles, Bill Gates, il capo e fondatore della Microsoft, viene colpito da una torta alla crema e panna da parte dello scrittore belga Noël Godin, autore di “Crema e castigo: memoria di un lanciatore di torte”, Albin Michel, 1995. In Italia, episodi simili hanno coinvolto, tra gli altri, Pippo Baudo, Antonella Clerici e Maurizio Costanzo

Simpson Nell’episodio della quindicesima stagione dei Simpson “Chi di spada ferisce, di torta perisce”, andato in onda in Italia nel 2005, Homer per difendere Lisa, umiliata dal ricco Texano durante una fiera di paese, entra in scena indossando una maschera ricavata da un piatto da torta e ne scaraventa una intera in faccia all’uomo. Nella stessa puntata Homer rinuncia a replicare il gesto nei confronti del Dalai Lama

Clown «Il lancio di torte è un modo per sfogare la rabbia su un mondo che è diventato esasperantemente complesso e invadente – ha affermato Alexander Bloom, professore di storia americana al Wheaton College nel Massachusetts. È un assalto, chiaramente, ma le torte disinnescano la rabbia e trasformano il bersaglio in un clown»

Briciole Il rito di lanciare torte ha origini controverse. Nell’antica Roma vi era l’usanza di frantumare le torte nuziali (in realtà rustiche pagnotte di grano) sulla testa delle spose per simboleggiare una vita fertile e appagante

Libri Enrico Giacovelli, “Il cinema comico americano – Torte in faccia e calci nel sedere”, Gremese Editore; Lawrence J. Epstein, “Quando i comici facevano touchdown. Dai Fratelli Marx ai Blues Brothers, l’esilarante epopea dei team comici d’America”, Sagoma editore; Angelo Moscariello, “Gag. Guida alla comicità slapstick. Da Stanlio e Ollio ad Aldo, Giovanni e Giacomo”, Audino editore

Baricco All’inizio del romanzo Novecento il protagonista, bambino, entra accidentalmente nelle cucine dove ha uno scontro con il capitano della nave su cui vive da quando è nato. Spaventato, gli spiaccica una torta in faccia. «Il capitano – scrive Baricco – resta di stucco con tutta quella crema bianca che gli scende sul viso mentre i cuochi trattengono a stento la risata e il piccolo si dà a gambe levate verso il corridoio»

Smashcake Alcuni fotografi offrono un servizio all inclusive a genitori desiderosi d’immortalare i propri figli alle prese con la prima torta di compleanno. Il pacchetto comprende una mini torta da distruggere, scatti in digitale e bagnetto finale del pargolo

Pieing L’atto di lanciare una torta a una persona, pieing in inglese, se non consensuale può essere perseguibile civilmente

Campionato A Coxheath una cittadina del Kent, in Inghilterra, ogni anno si svolge il World Custard Pie Championship, il campionato mondiale di lancio di torte. Per partecipare, il prossimo 18 giugno, iscrizioni qui (disclaimer: si lancia solo con la mano sinistra)

La canzone che ha ispirato questo pezzo.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter