Soluzioni artisticheMetti l’arte sul cavatappi che versa il vino senza aprire le bottiglie

In occasione della Milano Wine Week, l'azienda americana Coravin presenterà in anteprima mondiale la sua nuova Limited Edition ispirata all’artista statunitense Keith Haring

Cosa accomuna Coravin e Keith Haring? L’accessibilità: il primo al vino, il secondo all’arte. Nasce da qui la volontà di dedicare il dispositivo a un protagonista assoluto della scena artistica newyorkese degli anni ‘80: un pezzo da collezione che farà il suo debutto dall’8 al 16 ottobre in cinque prestigiosi ristoranti milanesi e presso la Galleria Deodato Arte Milano, 27 settembre 2022.

«Mi è sempre più chiaro che l’arte non è un’attività elitaria riservata all’apprezzamento di pochi: l’arte è per tutti e questo è il fine a cui voglio lavorare»: come Keith Haring ha reso l’arte accessibile a tutti, così Coravin rende il vino accessibile a tutti.

Questa forte connessione ha spinto l’azienda di tecnologia vinicola, che sta rivoluzionando il concetto di degustazione a livello globale, a dedicare uno dei suoi dispositivi a uno degli artisti più noti del Ventesimo secolo grazie al suo stile immediatamente riconoscibile.

Sin dal 2013, grazie a un’innovativa gamma di prodotti brevettati, Coravin permette infatti a intenditori e appassionati di godere di un buon bicchiere di vino senza stappare la bottiglia e di conservare a lungo, in perfette condizioni, una bottiglia aperta. Un “miracolo” reso possibile da uno studio sulle valvole cardiache, poi trasformato in tecnologia applicata al mondo del vino. Lo stesso ha fatto Keith Haring: attraverso la street art ha proposto un’arte pubblica accessibile a tutti e l’ha fatto con un linguaggio unico e inedito, portatore inoltre di importanti messaggi sociali.

Il risultato di questa combinazione è la Limited Edition Keith Haring Timeless Six+, realizzata in collaborazione con Artestar che, in occasione della Milano Wine Week, in programma dall’8 al 16 ottobre, sarà disponibile in anteprima mondiale – insieme ad alcune opere dell’artista selezionate da Deodato Salafia – presso la Galleria Deodato Arte di Via Nerino 2, a Milano, dove sarà possibile degustare i vini di Tenuta di Ceppaiano per Keith Haring.

«La mia missione con Coravin è stata quella di espandere i modi con cui assaporare un buon vino, dando a tutti l’opportunità di degustarlo al calice senza dover acquistare necessariamente un’intera bottiglia» afferma l’inventore e fondatore di Coravin, Greg Lambrecht, «Allo stesso modo, Haring ha reso il mondo dell’arte più accessibile e fruibile da un pubblico più vasto. Per questo motivo è meraviglioso vedere la sua firma distintiva sul nostro Timeless».

A fare letteralmente da cornice al nuovo “Coravin per Keith Haring”, saranno cinque prestigiosi ristoranti del capoluogo milanese che vedranno le loro vetrine trasformate in vere e proprie opere d’arte – grazie all’esposizione del dispositivo da collezione e a una installazione di graphic design ispirata all’artista; alcuni di loro, inoltre, metteranno a disposizione degli ospiti anche un menù degustazione con un abbinamento di vini al bicchiere serviti con sistemi Coravin. I cinque locali sono quello della cucina stellata di Andrea Berton, nell’avveniristico quartiere di Porta Nuova, la tradizionale Locanda alla Scala a Brera, 142 Restaurant, Locale e, infine, Desco.

Questa esclusiva edizione con una grafica in bianco e nero, a tiratura limitata, sarà disponibile a ottobre direttamente su Coravin.it e presso una selezionata cerchia di rivenditori milanesi.